Curriculum di Valeria Termini



Professore ordinario di Economia politica dal 1995. Titolare dell'insegnamento di "Economia e regolazione dei mercati dell'energia per uno sviluppo sostenibile" nella Facoltà di Economia “Federico Caffè” dell’Università di RomaTre. E’ Senior Fellow della LUISS School of European Political Economy (SEP) e Consigliere scientifico dell’Istituto Affari Internazionali (IAI) di cui è membro del Direttivo e del Comitato Esecutivo.


Incarichi istituzionali in materia di energia e politiche energetiche

  • Commissario dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) da febbraio 2011 ad agosto 2018.
  • Vice-Presidente di MEDREG (Mediterranean Energy Regulators) dal 2016 al 2018.

  • Dal 2013 al 2017 è stata Vice-Presidente del Council of European Energy Regulators (CEER).

  • Dal 2011 al 2015 è stata Componente del Board of Regulators di ACER (Agency for Cooperation of Energy Regulators).

  • Ha guidato la delegazione italiana per Energia e Cambiamenti Climatici in sede G8, Nazioni Unite e OECD ed è stata Rappresentante del Presidente del Consiglio (Romano Prodi) nei Major Economies Meetings (MEM), istituiti dalla Presidenza americana per costruire la governance del “dopo-Kyoto” (2007-2008).

  • Vice-Presidente del Gestore del Mercato Elettrico (GME), designata dal Ministro dell'Economia, ha contribuito alla costituzione in Italia della "Borsa Elettrica" e alla sua regolazione (2000-2003).


Incarichi in materia di pubblica amministrazione

  • E' stata Presidente dell’International Association of Schools and Institutes of Administration (IASIA), nominata all'unanimità nel 2010 per il triennio 2010-2013, dopo esserne stata Vice-Presidente per l'Europa (2006-2010).

  • Membro del Committee of Experts on Public Administration (CEPA) delle Nazioni Unite, nominata da Ban Ki Moon nel 2010, per il quadriennio 2010-2014.

  • Membro del Comitato di indirizzo della Scuola di Direzione Aziendale (SDA) dell’Università Bocconi (2007-2011).

  • Componente del Comitato Scientifico del Master in “Antitrust e Regolazione dei Servizi Pubblici” dell’Università di Roma Tor Vergata, dalla sua fondazione nel 2002.

  • Dal 2006 al 2009 ha diretto la Scuola Superiore della Pubblica Amministrazione, istituzione di alta cultura della Presidenza del Consiglio dei Ministri per il reclutamento e la formazione dei dirigenti pubblici.

  • Ha ricoperto numerosi incarichi istituzionali e, come economista, è stata Presidente e membro di Commissioni di esperti del Governo italiano, europeo e delle Nazioni Unite in materia di energia e cambiamenti climatici, governance e politiche per i servizi pubblici, formazione dei dirigenti pubblici nell'UE.


 Attività accademica

  • E’ professore ordinario di Economia Politica dal 1995, trasferita all'Università Roma Tre nel 2009.

  • Precedentemente ha insegnato come professore straordinario, associato e incaricato, Economia monetaria Internazionale, Economia Politica e Politica Economica presso le Facoltà di Economia delle Università di Roma La Sapienza, Brescia e Trieste. 

  • Ha insegnato inoltre: Economia della Regolazione nella Facoltà di Economia dell’Università di Roma Tor Vergata, Economia Monetaria nella Facoltà di Economia dell’Università La Sapienza di Roma e nelle Facoltà di Economia di Cambridge (UK), University College di Londra, New School (New York).

  • E’ Membro del Comitato editoriale delle riviste: Journal of Governance and Public Policy dell’Institute of Public Enterprise e della Rivista di Politica Economica.

 

Studi

  • Università Bocconi di Milano (110/110 con lode), Università di Cambridge (UK).

 

Riconoscimenti e Premi

E' stata insignata dell'International Public Administration Award dall'American Society for Public Administration-ASPA(2011).
Nel 2009 ha ricevuto il Premio Minerva, istituito sotto l'Alto patronato della Presidenza della Repubblica.

Tra gli altri riconoscimenti, il Premio della First National City Bank per il miglior bocconiano e le borse di studio CNR estero, Fondazione Einaudi di Torino e Ente Einaudi Banca d'Italia, che hanno finanziato il trienno di studi a Cambridge.