Prof. Mario De Nonno

Professore ordinario di Lingua e letteratura latina dal 1986, Mario De Nonno ha insegnato, prima che a Roma Tre, alla Sapienza di Roma (dove è stato allievo di Scevola Mariotti) e a Chieti.

Suo principale campo d'indagine è la tradizione grammaticale ed erudita latina: studio 'sul campo' di manoscritti, ecdotica, rapporti fra metrica e linguistica, forme e contesti della scuola antica, tradizione diretta e indiretta dei classici.

È fondatore e condirettore della collana di edizioni critiche «Collectanea grammatica Latina», edita in Germania. Ha prodotto tra l'altro contributi critici su Plauto, Nevio, Ennio, Cecilio Stazio, Lucilio, la fabula Atellana, Cicerone, Sallustio, Seneca, Petronio, Tacito.

Nel 1996 gli è stato assegnato dall'Accademia dei Lincei il Premio Nazionale del Presidente della Repubblica per le Scienze morali, storiche e filologiche.

È membro ordinario del Consiglio scientifico del Centro di Studi Ciceroniani nonché dei comitati scientifici degli «Studi italiani di filologia classica» e di «Materiali e discussioni per l'analisi dei testi classici». È stato coordinatore nazionale di PRIN nel 1998, 2001, 2004, 2007 e 2009.

Partecipa al progetto di edizione degli «Scriptores iuris Romani» promosso dal S.U.M. di Firenze, e in tale veste ha ricoperto nel 2007 una Senior fellowship presso l'Università della California (Berkeley).