Insegnamenti II Anno

  • La frattura delle due culture - Ana Gasca

    La frattura delle "due culture", 50 anni dopo il celebre libro di C.P. Snow, sembra oggi ancora più attuale che mai, nonostante il continuo richiamo all'importanza del lavoro interdisciplinare, anche nei criteri per valutare il finanziamento della ricerca scientifica. L'ipotesi è che tale frattura comprometta anche il rapporto fra la ricerca di base e l'innovazione e sviluppo tecnologico, sia per quanto riguarda il mondo naturale, sia per quanto riguarda le scienze umane e sociali, e ostacoli lo sforzo volto a preserva la ricerca di base, libera e guidata dal desiderio di conoscenza, dai condizionamenti economici. Giulio Preti in Italia, dopo la pubblicazione del libro di Snow, e Henri Irenée Marrou in Francia, scrivendo negli anni della Seconda Guerra Mondiale, hanno mostrato che questa frattura ha origini antiche nella cultura europea: si tratta della dicotomia retorica-logica, oggi attuale nell'opposizione tra racconto e modello nell'indagine sul mondo.

    Il corso cercherà di ritrovare nel presente – la ricerca scientifica pura e applicata oggi – le tracce del passato, dalla paideia greca al periodo della Rivoluzione scientifica allo sviluppo della tecnologia nell'Ottocento, allo scopo di comprendere meglio la debolezza che questa frattura porta nella cultura contemporanea e, nel contempo, le vie di una soluzione.