pagina stampabile

n. 1/2013 - Ecologia dei saperi

1/2013 Ecologia dei saperi è il n.1/2013 di Roma Tre News, dedicato al ruolo dell'accademia e della scienza nella società.
Il direttore Anna Lisa Tota nel suo editoriale ci invita a riflettere sulla relazione fra saperi scientifici, conoscenza pubblica ed etica sociale, proponendoci la lettura delle parole pronunciate a Roma Tre dal Dalai Lama e da Shirin Ebadi.
L'immagine di copertina è un puzzle di immagini e messaggi tutto da scoprire, ideato e realizzato per noi da Bia Simonassi.

In apertura il nuovo Rettore di Roma Tre Mario Panizza sullo sviluppo edilizio dell'Ateneo e la riqualificazione urbana del quadrante Ostiense/Marconi della città: La fabbrica della conoscenza.
Giacomo Marramao ci propone un'ampia riflessione sul "sistema-mondo" ai tempi della globalizzazione. Democrazia e postdemocrazia: una diagnosi dei mondi globali.
«Sapere aude!» Scienza, valori e democrazia
, di Mauro Dorato.
È possibile insegnare all'università lo spirito imprenditoriale? Start upper, dall'intuizione, al brevetto, al business, di Carlo Alberto Pratesi.
Lo spirito libero «di gran scienza amante»
. Elisa Germana Ernst su verità e ricerca nella filosofia del Rinascimento.
Francesca Gisotti ha riletto per noi Il tradimento dei chierici di Julien Benda.
Risorse idriche: ricerca accademica e risvolti applicativi. Oro blu, di Aldo Fiori.
Il mondo ha sete perché ha fame. Francesca Greco e Marta Antonelli su acqua virtuale e impronta idrica. L'acqua che mangiamo.
«La chiaroveggenza dell'orecchio»
. L'università e il ruolo formativo della musica, di Elio Matassi.
Come cambia il modo di apprendere e di fare ricerca nell'era digitale. Digital decide, di Enrico Menduni.
Leticia Marrone e Carlos Zelarayán ci regalano le loro riflessioni latinoamericane sul ruolo dell'accademia, raccontandoci la sfida di un'università nuova come l'Universidad de Avellaneda che nel suo essere università popolare cerca l'essenza dell'eccellenza accademica.
Rischio naturale
. Il territorio come pericolo e come risorsa e la politica universitaria in Italia, di Massimo Mattei.
Paolo Di Paolo ci racconta Antonio Tabucchi, «Ti ricordi com'era bella l'Italia?».
La ricerca di una verità più affidabile di quella data dalla Storia. Michela Monferrini sulla letteratura di Leonardo Sciascia.

Per questo numero abbiamo incontrato per voi.
Guido Fabiani. L'avventura di Roma Tre, il ruolo dell'alta formazione e le sfide del nuovo impegno alla Regione Lazio. Spiegare di nuovo le vele, di Alessandra Ciarletti.
Massimo Cacciari: l'esperienza accademica e intellettuale nella vita activa, di Federica Martellini.
Eugenio Barba. L'Odin Tteatro come baratto culturaleeatret e il . L'intervista è di Mirella Schino.
Elizabeth Sombart. Valentina Cavalletti ha intervistato la pianista e fondatrice della pedagogiaRésonnance: «I servitori della musica».
Serena Dandini. Su invito del CPO e della delegata del Rettore alle pari opportunità Francesca Brezzi, Roma Tre ha ospitato il progetto teatrale Ferite a morte. Interpreti delle letture sono state studentesse e dipendenti dell'Ateneo.
Emanuele Trevi ovvero la storia di un lavoro di archivio e di un duplice incontro, con Pier Paolo Pasolini e con Laura Betti, intervista di Federica Martellini.

Le nostre rubriche.
Popscene di Ugo Attisani. In territorio nemico: nuove forme di scrittura collettiva e nuove forme di romanzo.

Ultim'ora da Laziodisu. Gianpiero Gamaleri sul Forum europeo di Bologna sul diritto allo studio universitario.
Non tutti sanno che... La Biblioteca facile e per tutti. Maria Palozzi sulla convenzione fra Roma Tre e la Biblioteca italiana per ciechi "Regina Margherita".

Le recensioni di questo numero.
La scienza narrata
. Francesca Gisotti sulle inaspettate relazioni fra mondo scientifico e mondo letterario: potenzialità di un racconto tutto da scrivere.
Le pratiche del Buen Vivir
. Un paradigma di sviluppo alternativo in Ecuador, di Genny Sangiovanni e Chiara Scancello.
Martina Stoppioni sull'ex voto di Yves Klein per Santa Rita da Cascia. Arte e spiritualità.

Auguriamo a tutti buona lettura!

responsabile informazioni: Ufficio Orientamento 2/3/2015