pagina stampabile

special guests

Vi proponiamo qui una galleria delle interviste che abbiamo realizzato per la sezione incontri di Roma Tre News a partire dal 2007. Abbiamo incontrato per voi:

margherita hack Margherita Hack, astrofisica, è una delle menti più brillanti della comunità scientifica italiana. La sua carriera scientifica si è intrecciata a quella degli astronomi più importanti dell'ultimo secolo. Le sue ricerche hanno toccato diversi settori, dallo studio delle atmosfere delle stelle agli effetti osservabili dell'evoluzione stellare, dando un importante contributo allo studio e alla classificazione spettrale delle stelle. È la prima donna a dirigere un osservatorio astronomico in Italia. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

giorgio celli Giorgio Celli è stato uno dei più noti etologi e divulgatori scientifici italiani. Ha insegnato entomologia all'Università di Bologna, dove era professore emerito. Come entomologo ha
studiato le api sia sul versante della ricerca ecologica, sia sul versante etologico. Da sempre ha affiancato l'attività di scienziato a quella di scrittore: è autore di numerosi romanzi e di testi teatrali. Ha collaborato con il quotidiano La Stampa e in televisione ha condotto il programma di divulgazione Nel regno degli animali. È autore di una vastissima bibliografia di cui ricordiamo l'ultimo lavoro, edito nel 2010: Le piante non sono angeli. Astuzie, sesso e inganni del mondo vegetale. Leggi l'intervista di Federica Martellini


umberto galimberti Umberto Galimberti è ordinario di Filosofia della storia e di Psicologia dinamica all'Università Ca' Foscari di Venezia. Collabora con Il Sole 24 ore e con La Repubblica. Traduttore e divulgatore in Italia dell'opera di Karl Jaspers, è autore di una vasta produzione saggistica. Fra le sue opere principali: Psichiatria e Fenomenologia, (1979); Il corpo (1983); La terra senza il male. Jung dall'inconscio al simbolo (1984); Psiche e techne. L'uomo nell'età della tecnica (1999), L'ospite inquietante. Il nichilismo e i giovani (2007). Leggi l'intervista di Federica Martellini


 

nando dalla chiesa Nando dalla Chiesa insegna Sociologia della Criminalità organizzata e Sociologia dell'organizzazione all'Università di Milano. Dal 2006 al 2008 è stato sottosegretario all'Università e alla ricerca. È presidente onorario di Libera, l'associazione contro le mafie. Collabora con diversi giornali, fra cui Il fatto quotidiano ed è autore di numerosi libri, fra i quali: Delitto imperfetto. Il generale, la mafia, la società italiana (1984); Il giudice ragazzino (1992); Le ribelli storie di donne che hanno sfidato la mafia per amore (2006). Leggi l'intervista di Anna Lisa Tota


 

dacia maraini Dacia Maraini è tra le più conosciute e tradotte scrittrici italiane. È inoltre autrice di oltre sessanta testi teatrali fra cui Dialogo di una prostituta con un suo cliente, rappresentato in quattordici paesi. Della sua vasta produzione letteraria e poetica ricordiamo: Memorie di una ladra (1972), Donna in guerra (1972), Isolina (1985, Premio Fregene), La lunga vita di Marianna Ucrìa (1990 Premio Campiello), Viaggiando con passo di volpe (1991), Bagheria (1993), Voci (1994), Colomba (2004), Il treno dell'ultima notte (2008). Leggi l'intervista di Paolo Di Paolo


 

oliviero toscani Oliviero Toscani è nato a Milano e ha studiato fotografia alla Hochschule fur Gestaltung di Zurigo. Per la United Colors of Benetton ha dato vita a immagini e strategie di comunicazione che hanno fatto scuola. I suoi lavori sono stati esposti alla Biennale di Venezia, San Paolo del Brasile, alla Triennale di Milano e nei musei di arte moderna di Mexico City, Helsinky, Roma, Lausanne e Francoforte. Negli ultimi anni ha fondato La Sterpaia, un nuovo centro di ricerca della comunicazione moderna. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

coldy Claude Coldy è un danzatore e coreografo francese di origini caraibiche. È passato attraverso il jazz, il modern jazz, il balletto classico, la danza moderna e contemporanea. Ha studiato mimo e teatro. Alla fine degli anni Ottanta ha iniziato a dedicarsi allo studio dell'osteopatia e nel 1990 insieme agli osteopati J. L. Dupuy e M. Guyon, ha creato la Danza sensibile®. Nel 1998 ha fondato l'associazione Diatomées, che ha come intento la pratica e la diffusione della Danza sensibile® attraverso seminari, cicli di formazione e conferenze. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

alessandro baricco Alessandro Baricco ha esordito con Il genio in fuga. Due saggi sul teatro musicale di Gioacchino Rossini (1988). Da allora ha pubblicato, fra le altre cose, Castelli di rabbia (1991), Oceano Mare (1993), Novecento (1994), Seta (1996, City (1999), Next. Piccolo libro sulla globalizzazione e sul mondo che verrà (2002), I Barbari. Saggio sulla mutazione (2006), Emmaus (2009). Compare in televisione nelle trasmissioni L'amore è un dardo e Pickwick. Per il teatro è autore, regista e interprete di Totem, City Reading Project e di Omero, Iliade. Nel 1994 ha fondato la Scuola Holden, e dal 2005 è socio di Fandango Libri. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

andrea camilleri Andrea Camilleri ha debuttato come regista teatrale nel 1953. Dal 1958 è stato produttore e regista televisivo e radiofonico in Rai. Ha insegnato Direzione dell'attore all'allora Centro sperimentale di cinematografia e ha tenuto la cattedra di Regia, per quindici anni, all'Accademia nazionale d'arte drammatica Silvio d'Amico. Nel 1978 è uscito il suo primo romanzo. Da allora ha pubblicato oltre cinquanta volumi tra romanzi storici e civili, romanzi polizieschi e diciotto romanzi della serie che ha come protagonista il commissario Montalbano. Le sue opere sono tradotte in più di 35 lingue. Leggi l'intervista di Valentina Cavalletti


 

fritjof capra Fritjof Capra è un fisico e teorico dei sistemi austriaco. Saggista di fama internazionale, è divenuto noto con Il Tao della fisica (1975). Si è occupato di sviluppo sostenibile, ecologia e teoria della complessità. È fondatore del Center for Ecoliteracy a Berkeley, in California. È anche autore di The Turning Point (1982), Uncommon Wisdom (1988), The Web of Life (1996) e The Hidden Connections (2002). La sua ultima opera, La scienza universale. Arte e natura nel genio di Leonardo è edita in Italia da Rizzoli (2007). Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

lucio caracciolo Lucio Caracciolo è tra i più eminenti esperti di geopolitica in Europa. Dirige la rivista Limes che ha fondato nel 1993 e la Eurasian Review of Geopolitics Heartland. Collabora con La Repubblica e L'Espresso. È stato docente di Geografia politica ed economica a Roma Tre. Fra i suoi saggi più significativi: Alba di guerra fredda (1986), Terra incognita. Le radici geopolitiche della crisi italiana (2001), Lo sguardo dell'altro. La governance della globalizzazione (2001), Dialogo intorno all'Europa (con Enrico Letta, 2002). Leggi l'intervista di Indra Galbo


 

fabrizio gatti Fabrizio Gatti, giornalista del Corriere della Sera e, dal 2004, de L'Espresso. È stato inviato in Moldavia, Romania, Albania, Egitto, Marocco e Venezuela per ripercorrere i viaggi delle vittime della prostituzione, del lavoro nero e dell'immigrazione clandestina. Tra le sue inchieste più note: Io, schiavo in Puglia (Journalist Award 2006 dell'Unione Europea); Io, clandestino a Lampedusa; Policlinico degli orrori. Per il libro Bilal. Il mio viaggio da infiltrato nel mercato dei nuovi schiavi (2008) gli è stato assegnato il premio letterario internazionale Tiziano Terzani. Leggi l'intervista di Anna Lisa Tota


 

lorella zanardo Lorella Zanardo è consulente organizzativa, formatrice e docente. Scrive e si occupa di tematiche inerenti il femminile. Fa parte del comitato direttivo di WIN, organizzazione internazionale di donne professioniste con sede ad Oslo. Ha ricoperto ruoli direttivi manageriali in organizzazioni multinazionali sia in Italia che all'estero. Ha gestito progetti di diversity management. È autrice, con Marco Melfi Chindemi del documentario Il corpo delle donne (2009). Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

carolyn carlson Carolyn Carlson, danzatrice e coreografa definisce se stessa innanzitutto una nomade. Dall'Opera Ballet di Parigi al Teatrodanza La Fenice di Venezia ha calcato i palcoscenici più prestigiosi. Per descrivere il proprio lavoro preferisce parlare di "poesia visuale" piuttosto che di coreografia. Ha creato oltre cento assoli, alcuni dei quali hanno segnato tappe importanti nella storia della danza. È direttore del National Choreographic Centre Roubaix Nord-Pas de Calais, e dell'Atelier de Paris-Carolyn Carlson, che ha fondato nel 1999. Leggi l'intervista di Valentina Cavalletti


 

joumana haddad Joumana Haddad: poetessa libanese, responsabile delle pagine culturali del quotidiano An Nahar. Dal 2007 è il direttore della rivista Jasad, in arabo Corpo, dedicata alle arti e alla letteratura del corpo. Ha pubblicato numerose raccolte di poesia, tradotte in diverse lingue, lei stessa ne parla sette. Nel 2006 ha conseguito il premio del giornalismo arabo. Nel 2009 con Il ritorno di Lilith ha vinto il premio Nord-sud per la poesia. Lo scorso febbraio ha ricevuto il premio Blue Metropolis per la letteratura araba a Montreal. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

emma dante Emma Dante è considerata oggi una delle voci più importanti del panorama teatrale contemporaneo in Italia. Nel 1999 ha costituito a Palermo una propria compagnia teatrale: Sud Costa Occidentale. Ha firmato la regia e la drammaturgia di innumerevoli spettacoli fra cui: mPalermu, Carnezzeria, Medea, Vita mia, Mishelle di Sant'Oliva, Cani di bancata, Le pulle. Si è aggiudicata per la sua opera una serie di riconoscimenti fra cui due premi Ubu (2002 e 2003) e il Golden Graal (2005). Suoi spettacoli sono stati rappresentati in Francia, Portogallo, Spagna, Svezia e Russia. Leggi l'intervista di Federica Martellini


 

monique veaute Monique Veaute inizia la sua carriera come giornalista a Radio France nel 1977. Fonda e dirige nel 1982 la sezione Musica della Biennale di Parigi. Nel 1984 crea a Roma il Festival di Villa Medici, che nel 1986 diventa Fondazione Romaeuropa-arte e cultura, di cui è stata direttore artistico sin dalla prima edizione e direttore generale fino al 2007. Mantiene oggi la carica di vicepresidente. Da agosto 2007 al 2009 è stata amministratore delegato di Palazzo Grassi a Venezia. In Francia è stata insignita del titolo di Chevalier des arts et lettres e in Italia del titolo di Cavaliere al merito della Repubblica Italiana. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

Hernán Huarace Mamani Hernán Huarache Mamani, indio Quechua, si è laureato all'Università UNSA di Arequipa. È un docente universitario di fama internazionale, esperto di cultura andina, infaticabile studioso dell'antico Perù. Grazie all'ampia conoscenza delle lingue indigene, è riuscito a porsi in contatto con sapienti che vivono nell'anonimato, sulle Ande. Il risultato di queste esperienze si è tradotto in libri dallo straordinario successo: La Pachamama te habla, El poder de la mujer - che gli valse il premio Olbia Multietnica, nel 2005, in Sardegna - La mujer de la cola de plata, La inmortalidad perdida, Inkariy, Al umbral de una nueva era. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

don pasta Don Pasta selecter è un dj-economista, appassionato di gastronomia che prova a unire le sue passioni e conoscenze con il progetto Food sound system, manuale politico di gastronomia musicale. Nato come dj in Salento, si definisce un «salentino esule per scelta». Di passaggio spesso in Francia, dove ha suonato nei maggiori club parigini, è romano d'adozione da più di un decennio. È membro fondatore del Clash city rockers sound system, collettivo aperto di dj e selecter. Leggi l'intervista di Alessandra Ciarletti


 

giovanna marini Giovanna Marini, musicista e cantautrice, si lega negli anni Sessanta agli intellettuali che si occupano di cultura popolare, tra cui Pier Paolo Pasolini, Italo Calvino, Gianni Bosio, Alessandro Portelli, appassionandosi alla cultura dei canti di tradizione orale e raccogliendoli su tutto il territorio nazionale. Nel 1975 è fra i fondatori della Scuola popolare di musica di Testaccio di cui è stata presidente. Dal 1991 al 2000 è docente di Etnomusicologia presso l'università di Paris VIII-Saint Denis. Nel 2002 incide l'album Il fischio del vapore insieme a Francesco De Gregori. Nel 2004 mette in musica la Ballata del carcere di Reading e il De profundis di Oscar Wilde, nel 2005 musica Le ceneri di
Gramsci
di Pasolini. Leggi l'intervista di Michela Monferrini


 

alessandroportelli Alessandro Portelli è docente di Letteratura angloamericana presso la Facoltà di Scienze umanistiche dell'Università La Sapienza. Collabora con Il Manifesto dal 1972 e ha scritto anche per Liberazione e l'Unità. Si è occupato di musica popolare e memoria storica orale di Roma e del Lazio. Ha fondato il Circolo Bosio e la Casa della Memoria. Con il saggio L'ordine è già stato eseguito. Roma, le Fosse Ardeatine, la memoria ha ottenuto nel 1999 il Premio Viareggio. Leggi l'inrevista di Michela Monferrini


 

ann kaplanE. Ann Kaplan è Distinguished Professor of English and Comparative Literary and Cultural Studies, alla SUNY (State University of New York) di Stony Brook dove ha fondato, nel
1987, e dirige tuttora The Humanities Institute. Ha scritto e curato circa venti libri nell'ambito della Feminist Film Theory e dei Gender Studies, fra cui ricordiamo: Women and Film: Both Sides of the Camera (1983), Women in Film Noir: an Anthology. (1978, 1998), Trauma Culture: The Politics of Terror and Loss in Media and Literature (2005). Leggi l'intervista di Veronica Pravadelli


 

jean-loup amselle Jean-Loup Amselle è direttore di studi all'École des Hautes Études en Sciences Sociales
(EHESS) di Parigi, direttore del dottorato in Antropologia sociale ed Etnologia, redattore capo dei Cahiers d'études africaines e autore di numerose pubblicazioni, tra cui Logiche meticcie. Antropologia dell'identità in Africa e altrove (1999), Connessioni (2001), L'arte africana contemporanea (2007). Fra i suoi principali temi di ricerca: multiculturalismo, subalternità, postcolonialismo. Il suo ultimo libro, L'occident décroché. Enquête sur le postcolonialisme (2008) è edito in Italia da Meltemi, con il titolo Il distacco dall'Occidente. Leggi l'intervista di Michela Monferrini

 

 

responsabile informazioni: Ufficio Orientamento 23/9/2016