pagina stampabile

argentina - album 2

Il 5 gennaio 2009 la proprietaria della storica fabbrica dolciaria bonaerense Arrufat, Diana Arrufat, per mancanza di capitale, annuncia la chiusura degli stabilimenti. I 50 operai rimasti decidono di occupare l'impresa e gestirla autonomamente. La situazione non è semplice, mancano i soldi per le materie prime e per pagare l'energia elettrica e il gas. La produzione pasquale viene eseguita interamente senza l'aiuto di macchinari. «Vogliamo al più presto risolvere il problema della luce per poter continuare a lavorare, non riceviamo uno stipendio da dieci mesi e ognuno di noi ha una famiglia da mantenere - dice Marta - è dura ma se non ci ostacolano questa fabbrica può resistere e produrre con la qualità di sempre».
Le immagini di questo reportage sono realizzate dal fotografo Massimiliano Pinna ©.

arrufat gli operai di arrufat

preparazione dei bocaditos, cioccolatini ripeini con dulce de leche. Le sale adibite a questo lavoro sono senza luce e gli operai si avvicinano alle grandi finestre dell'atrio un momento della decorazione. Non potendo utilizzare le macchine a cuasa del taglio della luce, tutte le uova sono state prodotte manualmente decorazione delle uova di pasqua

il punto vendita si trova a lato della fabbrica. nonostante abbiano iniziato la stagione con molto ritardo il bilancio finale è stato positivo. tutte le uova prodotte sono state vendute chocolate sin patrones

Leggi il reportage

responsabile informazioni: Ufficio Orientamento 28/4/2010