pagina stampabile

Pier Paolo Pasolini. Scritti corsari

scritti corsari Pier Paolo Pasolini, Scritti corsari, Milano, Garzanti, 1975

Scritti corsari è una raccolta di articoli che Pier Paolo Pasolini pubblicò sulle colonne dei quotidiani Corriere della Sera, Tempo illustrato, Il Mondo, Nuova generazione e Paese Sera, tra il 1973 ed il 1975, e che comprende una sezione di documenti allegati, redatti da vari autori.

«Io non ho alle mie spalle nessuna autorevolezza: se non quella che mi proviene paradossalmente dal non averla o dal non averla voluta; dall'essermi messo in condizione di non avere niente da perdere, e quindi di non esser fedele a nessun patto che non sia quello con il lettore che io del resto considero degno di ogni più scandalosa ricerca». Pier Paolo Pasolini

«L'invisibile rivoluzione conformistica di cui Pasolini parlava con tanto accanimento e sofferenza dal 1973 al 1975, non era affatto un fenomeno invisibile. Chi ricorda anche vagamente le polemiche giornalistiche di allora, a rileggere questi Scritti corsari può restare sbalordito. Il fatto è che per Pasolini i concetti sociologici e politici diventavano evidenze fisiche, miti e storie della fine del mondo. Finalmente, così, Pasolini trovava il modo di esprimere, di rappresentare e drammatizzare teoricamente e politicamente le sue angosce... di parlare in pubblico del destino presente e futuro della società italiana, della sua classe dirigente, della fine irreversibile e violenta di una storia secolare.» (dalla Prefazione di Alfonso Berardinelli - www.garzantilibri.it)

 

Lo trovi in biblioteca a Roma Tre sba

 

 

responsabile informazioni: Ufficio Orientamento 23/5/2013