pagina stampabile

Jeremy Rifkin. La civiltÓ dell'empatia

la civiltÓ dell'empatia Jeremy Rifkin, La civiltÓ dell'empatia. La corsa verso la coscienza globale nel mondo in crisi, Milano, Mondadori, 2009

Per secoli filosofi, scienziati, psicologi ed economisti hanno contribuito a diffondere l'idea che l'essere umano sia per natura aggressivo e utilitarista.
Ma negli ultimi decenni alcune scoperte nel campo della biologia e delle neuroscienze hanno dimostrato, al contrario, che uomini e donne manifestano fin dalla pi¨ tenera etÓ la capacitÓ di relazionarsi con gli altri in maniera empatica. Alla luce di questo nuovo approccio, Jeremy Rifkin propone una radicale rilettura del corso degli eventi umani: se nel mondo agricolo la coscienza era governata dalla fede e in quello industriale dalla ragione, con la globalizzazione e la transizione all'era dell'informazione si fonderÓ sull'empatia. Mentre le societÓ depredavano i beni della natura, infatti, si Ŕ fatta silenziosamente strada una nuova "coscienza biosferica" che ha la forza di renderci davvero solidali con il pianeta che abitiamo, portandoci a ridefinire il corso dello sviluppo economico e i nostri stili di vita nella direzione di una maggiore sostenibilitÓ ambientale. Sta a ognuno di noi far sý che questa nuova "civiltÓ dell'empatia" veda la luce prima che sia troppo tardi. (da www.librimondadori.it)

responsabile informazioni: Ufficio Orientamento 16/10/2013