pagina stampabile

Gianni Tarquini. La guerra dell'acqua e del petrolio

la guerra dell'acqua e del petrolio Gianni Tarquini (a cura di), La guerra dell'acqua e del petrolio, Roma, Edilet, 2011

Un libro che parla di acqua, petrolio e gestione delle risorse naturali guarda al futuro prossimo del nostro pianeta, indagando sugli elementi chiave che sono già oggi alla base dei conflitti e dello scontro per conservare o guadagnarsi l'egemonia. Il petrolio e il suo accaparramento, con sempre più sofisticate tecnologie a danno dell'ambiente, restano fondamentali nello scacchiere geopolitico. L'acqua è il bene su cui si giocano gli scenari dei prossimi decenni e verso cui le "intelligence" dei paesi egemonici hanno già operato mappature planetarie. Quasi inaspettatamente l'Ecuador e la Bolivia, si propongono di cambiare il paradigma dello sfruttamento delle loro tante ricchezze naturali. Gianni Tarquini, insieme a studiosi delle tematiche sociali e antropologiche indigene di fama internazionale (Albó, Cerbino), ricercatori e giornalisti sul campo (Angelucci, Ciervo, Colleoni, Martone, Tarantino), e protagonisti diretti dei fatti (Santi, Proaño, Fernández, Rivera), ripercorre la complessa realtà dei due Paesi andini, in connessione con i due temi che ne hanno segnato la storia: l'acqua e il petrolio. Una storia «che parla a noi Europei in crisi. Per ricordarci le tante responsabilità che abbiamo avuto e abbiamo in quegli sfruttamenti». «In questi Paesi [...] la maggioranza indigena sta segnando il cammino verso una vera democrazia rispettosa del pluralismo culturale, per troppi secoli tradito, e della sacralità della natura, per troppi secoli profanata». (dawww.edilet.it)

Il libro è stato realizzato con la collaborazione dell'Associazione Terre Madri (www.terremadri.it). Parte del ricavato verrà ad essa devoluto per sostenere le iniziative in atto nell'America latina.

Leggi la recensione di Camilla Spinelli sul n. 3/2011, p.30

responsabile informazioni: Ufficio Orientamento 16/10/2013