pagina stampabile

Catia Papa. Sotto altri cieli

sotto altri cieli Catia Papa, Sotto altri cieli. L'oltremare nel movimento femminile italiano (1870-1915), Roma, Viella, 2009

L'immagine della "donna orientale", le esotiche narrazioni di primitivi sensualismi e barbare segregazioni accompagnarono la nascita dei movimenti femminili europei tra Otto e Novecento. L'Oriente era l'altro da sé che illuminava i progressi intellettuali, sociali e civili delle donne occidentali, ma dall'Oriente veniva anche la conferma di una "schiavitù femminile" universalmente condivisa. Intorno al tema della donna ridotta a oggetto sessuale l'emancipazionismo femminile italiano dei primi decenni postunitari costruì la sua critica ai modelli di genere, alla minorità giuridica femminile, all'esclusione delle donne dalla cittadinanza. Una critica alle ambiguità del progresso occidentale che favorì il delinearsi di una posizione fermamente anticoloniale, sorda alla retorica della civilizzazione tanto più se portata con le armi. Questo libro intende fornire un contributo alla conoscenza della cultura femminista italiana ricollocandola nel contesto coloniale in cui nacque e si diffuse, nella convinzione che anche in Italia l'espansione africana abbia influito sulle modalità culturali e associative del movimento delle donne. Le radici dell'anticolonialismo femminista, la campagna per il ritiro dall'Africa all'indomani di Adua, ma anche i cambiamenti di rotta, le diverse strategie di legittimazione culturale e sociale maturate a inizio Novecento, i silenzi e gli entusiasmi di fronte all'impresa di Libia costituiscono i diversi capitoli di questa "storia coloniale" del primo femminismo italiano. (da www.viella.it)

Leggi l'articolo di Catia Papa sul n.2/2011, pp.45-46

responsabile informazioni: Ufficio Orientamento 15/10/2013