Il progetto

Il progetto INCLUSIVE MEMORY mira a promuovere la costruzione di una memoria sociale comune e condivisa realizzata tramite un sistema di inclusione che passa attraverso il luogo museale. Il nodo progettuale risulta svilupparsi da una stretta connessione tra nuove metodologie didattiche e l’utilizzo di strumenti digitali innovativi al fine di sviluppare competenze trasversali in tutti i fruitori del museo, soprattutto delle categorie sociali svantaggiate, e di rafforzare canali e strumenti dell’area della mediazione linguistico-culturale.

Gruppi di lavoro

Il progetto Inclusive Memory prevede la partecipazione di 7 Dipartimenti dell’Ateneo di Roma Tre: Scienze della Formazione, Architettura, Economia, Ingegneria, Lingue, Letterature e Culture Straniere, Scienze Politiche e Studi Aziendali. I vari docenti partecipanti al progetto sono stati divisi in sei gruppi di lavoro affini per tematiche di studio, ricerca e interesse dimostrato negli ambiti e nelle attività del progetto stesso.

Inclusione

Il progetto pone le sue fondamenta sull’idea di museo quale luogo educativo, non solo nei termini canonici (museo come spazio espositivo), ma soprattutto in riferimento al concetto di integrazione sociale e culturale. Da tempo, infatti, l’attenzione posta dalla didattica museale nei confronti dei fruitori dei musei, l’analisi dei vari target sociali e l’evoluzione della didattica individualizzata (Parry, 2010) definiscono l’esperienza del visitatore come il nuovo fulcro della ricerca odierna nel settore. Il ruolo dei musei nell’integrazione sociale si sviluppa quando il luogo museale diventa luogo educativo, quando tutte le categorie sociali riescono ad interagire con esso e a sviluppare competenze, quali pensiero critico, comunicazione, collaborazione.

Risultati

Le varie attività di studio e ricerca inerenti al progetto, nonché le attività di formazione di docenti e operatori museali assieme alla realizzazione di laboratori per studenti e fruitori museali verranno realizzate al fine di promuovere l’inclusione sociale di visitatori e gruppi solitamente esclusi da processi di educazione soprattutto non formale. Tutti i documenti, gli strumenti di valutazione, le unità didattiche e i materiali verranno resi disponibili alle istituzioni museali coinvolte al termine del progetto, al fine di rendere replicabili le esperienze e di individuare eventuali elementi da modificare e migliorare in attività successive.

Innovazione

Raccolta e analisi dei dati relativi agli ambiti di mediazione linguistico culturale, promozione e sviluppo delle competenze, utilizzo di metodi didattici innovativi e strumenti digitali.Il modello verrà validato attraverso tecniche di statistica avanzata quali i Sistemi di Equazioni Strutturali

Partners

Our partners

Nullam et orci eu lorem consequat tincidunt vivamus et sagittis libero. Mauris aliquet magna magna sed nunc rhoncus pharetra. Pellentesque condimentum sem. In efficitur ligula tate urna. Maecenas laoreet massa vel lacinia pellentesque lorem ipsum dolor. Nullam et orci eu lorem consequat tincidunt. Vivamus et sagittis libero. Mauris aliquet magna magna sed nunc rhoncus amet pharetra et feugiat tempus.

Telefoni

+39 06 57339632 – 9659

sede

via del Castro Pretorio, 20
00185 Roma