Home > home page

Stazione Sismica

Dal mese di luglio il Museo ospita una stazione sismica, progettata dal prof. Giuseppe Della Monica e dal dottor Francesco Basile, del Dipartimento di Fisica dell’Università “Roma Tre”, e allestita con l’aiuto del dottor Aladino Govoni, dell’Istituto di Geofisica e Vulcanologia (INGV). La posizione della Rocca, saldamente ancorata al margine dell’Appennino e lontana dai disturbi dovuti alle attività antropiche, favorisce l’«ascolto» dei segnali che rivelano la continua attività del nostro pianeta; i dati concorrono a integrare quelli raccolti dall’INGV, che opera la sorveglianza continua dell’attività sismica su tutto il nostro Paese.

L’obiettivo didattico di questa stazione è di mostrare ai visitatori la struttura di una stazione sismica e come vengono utilizzati i dati raccolti per ottenere informazioni sulla sorgente di un terremoto. Quello scientifico mira alla caratterizzazione del tipo di «scuotimento» dell’area indotto dal passaggio di un fronte d’onda sismico, che è legato alla geometria e alle proprietà elastiche delle strutture rocciose presenti nel sottosuolo, e questo è un passo fondamentale per avviare un efficace processo di prevenzione del rischio sismico. Un primo, modesto contributo, che speriamo di poter far crescere anche in altre direzioni, per aprire nuove finestre per la conoscenza del nostro territorio.