Home > home page

Sala C

INTRODUZIONE ALLE SALE C, D ed E

Proseguiamo il nostro viaggio per approdare nell'Era Mesozoica. Nelle sale del piano inferiore abbiamo percorso la storia geologica recente di Rocca di Cave e abbiamo visto come l'Appennino sia stato prodotto dalla collisione tra Europa e Africa. Ora facciamo un lungo salto indietro nel tempo, tra 150 milioni di anni fa, quando l'Oceano Ligure era in pieno sviluppo, e 65 milioni di anni fa. Le sale sono dedicate soprattutto a Rocca di Cave, alla sua antica geografia e agli ambienti del passato, con moltissime informazioni sono racchiuse nelle rocce e nei fossili esposti.

SALA C

NEI MARI TROPICALI: CORALLI E BIVALVI

Nel punto C3, il globo rappresenta la disposizione dei continenti nel Cretàcico Superiore, circa 100 milioni di anni fa, quando nell'antico Oceano Ligure erano presenti le piattaforme carbonatiche.
Le piattaforme carbonatiche sono strutture dinamiche che variano di forma ed estensione al variare delle condizioni ambientali. I loro margini biologicamente produttivi, le scogliere, possono anche "annegare" se i fondali su cui poggiano scendono sotto i 100 metri di profondità. Le vetrine espongono organismi che abitano le scogliere come i coralli Scleractinia e i bivalvi. Troviamo anche il Turrilìtes, un cefalopode antenato dell'attuale Nautilus, ovvero un'ammonite dal guscio a forma di spirale allungata che, essendo tipica di mari più profondi rispetto a quelli di piattaforma, indica l'esistenza di questi ambienti vicini al margine di piattaforma di Rocca di Cave.