Il Gruppo Poste Italiane, oltre a garantire il servizio universale postale, è in grado di offrire prodotti e servizi integrati di comunicazione, logistici e finanziari su tutto il territorio nazionale.
Anche grazie alla capacità di gestire processi complessi in "outsourcing", Poste Italiane può soddisfare le esigenze della clientela retail e degli operatori economici, delle imprese e della Pubblica Amministrazione, con standard di qualità certificati e in linea con quelli dei principali paesi europei.
Attraverso un sistema di reti commerciali, logistiche e informatiche, l’offerta di Poste Italiane spazia dall’intera gamma di prodotti postali, ai servizi di corriere espresso, a un’ampia offerta di prodotti finanziari.
I prodotti e i servizi di Poste Italiane possono anche essere adattati o integrati per rispondere alle esigenze di ogni tipologia di clientela.
Per accedere all’offerta di Poste Italiane sono disponibili specifici canali commerciali, 14.000 uffici postali, il sito e il call center 803.160.
Fanno parte del Gruppo Poste Italiane: il Gruppo SDA che offre servizi di corriere espresso, logistica, motorecapito urbano; Postecom che gestisce i servizi Internet di Poste Italiane; PosteVita e BancoPosta Fondi, che offrono rispettivamente polizze vita e Fondi di Investimento; Postel, leader europeo nella posta elettronica "ibrida" e nel settore del document processing.



Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti

Il Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti (CNCU), composto dalle associazioni dei consumatori rappresentative a livello nazionale, è stato istituito presso il Ministero delle Attività Produttive dalla legge n. 281 del 30 luglio 1998, recante disposizioni sulla disciplina dei diritti dei consumatori e degli utenti, e ha sede presso la Direzione generale per l'armonizzazione del mercato e la tutela dei consumatori.
I compiti assegnati dal legislatore al Consiglio sono finalizzati a contribuire al miglioramento e al rafforzamento della posizione del consumatore/utente nel mercato.
Infatti, la qualificazione del ruolo del consumatore, attraverso specifiche attività di rappresentanza, difesa e promozione dei suoi diritti e interessi economici, costituisce uno dei presupposti essenziali per assicurare un corretto e trasparente funzionamento del mercato.
In particolar modo, i processi di globalizzazione, la liberalizzazione dei mercati, lo sviluppo della società dell'informazione e la crescente importanza dei servizi, richiedono un'evoluzione della figura del consumatore/utente che deve essere sempre più informato e preparato per poter difendere i propri interessi.
In quest’ottica il Consiglio crede fermamente nella formazione destinata agli stessi attori del mercato e del ruolo di promozione di nuovi diritti e nuove sensibilità che questi possono svolgere nella moderna società.
A tale proposito, sta maturando in tutti gli ambiti istituzionali - a partire da quello comunitario e con significativi segnali anche in Italia - la consapevolezza che occorra potenziare le politiche per il consumatore e gli strumenti di regolazione che ruotano intorno a esso.
All'interno di questo scenario e degli obiettivi strategici che ne derivano, si colloca il programma delle attività del Consiglio .Per il quarto anno di attività esso tiene soprattutto conto delle priorità individuate dalla Commissione europea nel "Piano d'azione 2002-2004 per la politica dei consumatori".
Se, nel suo complesso, il programma intende realizzare l'obiettivo di migliorare e promuovere la condizione dei consumatori e degli utenti in Italia, gli interventi prioritari per il 2002 possono essere ricompresi nei seguenti punti:

  • sicurezza alimentare e dei prodotti;
  • servizi di interesse generale;
  • servizi assicurativi;
  • tematiche ambientali;
  • accesso alla giustizia;
  • Internet e nuove tecnologie.