pagina stampabile

Presentazione ISEEU 2016/2017

L' Indicatore della Situazione Economica Equivalente per le prestazioni universitarie è un indicatore necessario a definire la capacità contributiva dello studente. La capacità contributiva dello studente è individuata sulla base dell'Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) ai sensi del Decreto 7 novembre 2014 "Approvazione del modello tipo di Dichiarazione Sostitutiva Unica a fini ISEE, dell'attestazione, nonché delle relative istruzioni per la compilazione ai sensi dell'articolo 10, comma 3, del Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 5 dicembre 2013, n. 159". Secondo il predetto Decreto Legislativo, il richiedente la prestazione presenta la Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) concernente le informazioni necessarie per la determinazione dell'indicatore della situazione economica equivalente. La DSU ha validità dal momento della presentazione fino al 15 gennaio dell'anno successivo.

Per essere considerato studente indipendente dal nucleo familiare di origine devono ricorrere entrambi i seguenti requisiti:

residenza esterna all'unità abitativa della famiglia di origine, da almeno due anni rispetto alla data di presentazione della domanda per la prima volta a ciascun corso di studi, in alloggio non di proprietà di un suo membro;
redditi da lavoro dipendente o assimilati fiscalmente dichiarati, da almeno due anni, non inferiori a 6.500,00 euro annui con riferimento ad un nucleo familiare di una persona.

Qualora non si verifichino entrambi i requisiti sopra richiamati lo studente deve integrare il suo nucleo familiare con quello dei suoi genitori.

Il modello ISEE - prestazioni universitarie deve essere presentato ogni anno entro il 5 dicembre, o primo giorno lavorativo successivo utile se cade di sabato o festivi, (fa fede la data di presentazione presso CAAF/sito INPS, non quella di restituzione del calcolo da parte dell'INPS) per essere inseriti nella propria fascia contributiva per la determinazione delle tasse e contributi universitari. In caso di mancata presentazione del modello ISEE lo studente viene collocato in fascia massima.

In caso di presentazione dell'ISEE oltre la scadenza del 5 dicembre, lo studente è soggetto al versamento di una sanzione di importo progressivo in base al ritardo, come di seguito indicato:

dal 6 dicembre al 31 gennaio: 120,00 euro
dal 1 febbraio al 30 aprile: 150,00 euro
dal 1 maggio: 180,00 euro

La sanzione non è addebitata a coloro che:

hanno presentato domanda di trasferimento in ingresso;
si immatricolano alle Lauree Magistrali, qualora la scadenza per l'immatricolazione sia fissata a data successiva al 5 dicembre (ammessi sotto condizione);
si immatricolano a corsi a numero programmato oltre il 5 dicembre in seguito a eventuali subentri;
frequentano una università estera nell'ambito di un accordo di mobilità internazionale nel periodo di presentazione dell'ISEE;
hanno presentato domanda di conseguimento titolo per una sessione dell'a.a. precedente.

Studenti comunitari ed extracomunitari con redditi prodotti all'estero

Per i soli studenti comunitari ed extracomunitari con redditi prodotti all'estero verrà stipulata una apposita convenzione con i CAF. La o le sedi presso le quali dovranno essere presentate le dichiarazioni ISEE saranno rese note tempestivamente con avviso sul Portale dello Studente. La presentazione dell'ISEE deve essere fatta nelle stesse modalità anche dagli studenti comunitari ed extracomunitari con redditi prodotti all'estero vincitori di borsa di studio Laziodisu.
Modalità di presentazione

L'ISEE - prestazioni universitarie deve essere presentato obbligatoriamente presso i Centri Autorizzati di Assistenza Fiscale (CAAF), oppure on-line sul sito dell'INPS entro il 5 dicembre 2016.

Successivamente, lo studente dovrà autorizzare l'Ateneo ad acquisire il dato dalla banca dati INPS attraverso la propria area riservata del Portale dello Studente.
Nota Bene

Il calcolo dell'ISEE-prestazioni universitarie può richiedere fino a 15 giorni di lavorazione da parte del CAAF/INPS, quindi la procedura di autorizzazione si può effettuare solo quando è stata rilasciata l'attestazione
Anche se la procedura di autorizzazione descritta nei punti precedenti non viene effettuata entro il 5 dicembre, ma è stata presentata la dichiarazione ISEE presso i CAAF o online sul sito INPS entro quella scadenza, non si è soggetti ad alcuna sanzione
E' necessario assicurarsi che l'ISEE richiesto sia valido/si applichi alle PRESTAZIONI AGEVOLATE PER IL DIRITTO ALLO STUDIO UNIVERSITARIO
Per la guida riguardante le attestazioni difformi si rimanda alle istruzioni pubblicate a questo indirizzo

Leggi il Regolamento Tasse e Contributi Studenti per tutte le informazioni sulla determinazione delle tasse e dei contributi universitari, ISEE, esoneri, rimborsi, ecc.

Responsabile delle informazioni: Vangelis Lucci
Ultima modifica: Vangelis Lucci 26/1/2017