Lazio e-Citizen

Il progetto

Sample ImageLTA ha lavorato al progetto Lazio e-Citizen nel periodo luglio 2006 – febbraio 2007. Il progetto nasce come contestualizzazione regionale del programma europeo E-Citizen ed è promosso dalla Regione Lazio - Assessorato all'Istruzione, Diritto allo Studio e Formazione, dal Ministero della Pubblica Istruzione - Direzione Generale per i Sistemi Informativi ed Ufficio Scolastico Regionale Lazio, da Filas, AICA, ENEA e patrocinato dal CNIPA.
Obiettivo dell’iniziativa è quello di combattere il fenomeno del digital divide attraverso iniziative formative distribuite capillarmente su tutto il territorio e realizzate con la collaborazione di scuole, Università e Centri Territoriali Permanenti.
Il presupposto di partenza è che la non familiarità con le nuove tecnologie comporti, sul più vasto piano sociale, l’esclusione da una parte significativa delle attività che garantiscono l’esercizio di una cittadinanza attiva. Con questo si intende affermare che il processo di modernizzazione tecnologica dell’impianto societario attuale non potrà dirsi completo  fino a quando tutti i cittadini non saranno in grado di usufruire in maniera autonoma e funzionale delle opportunità offerte da tali innovazioni.

Date queste premesse, Lazio e-Citizen si rivolge a tutti i cittadini (con particolare attenzione per le fasce deboli della popolazione: immigrati, donne, disoccupati, over 45) interessati ad acquisire le conoscenze di base per utilizzare il computer e soprattutto la rete Internet, accedendo alle innumerevoli opportunità oggi offerte alla “cittadinanza telematica”, per esempio nei settori:
  • dell’e-government (della pubblica amministrazione centrale e locale: sanità, leggi e legislazione, servizi sociali, INPS, ecc.);
  • dell’impiego (ricerca/risposte inserzioni);
  • dell’insegnamento accademico, scolastico e parascolastico;
  • della formazione e dell’aggiornamento professionale;
  • dell’informazione (quotidiani, periodici, ecc.);
  • del turismo e dello svago (prenotazioni, giochi, musica, comunità ludiche, ecc.) ;
  • dei servizi bancari;
  • del commercio.
Sedi fisiche dei corsi sono i laboratori e le aule multimediali degli Istituti scolastici, delle Università e dei Centri Territoriali Permanenti selezionati in fase progettuale e definiti idonei alla conduzione delle attività didattiche.
Il progetto nella sua applicazione ha riguardato complessivamente 1500 cittadini del Lazio e 42 punti territoriali (scuole, università, ecc.).