salta al contenuto della pagina

Università degli Studi Roma Tre IWSD Sito Web Sinkhole

Siete in: home > Sinkhole

Generalità

I fenomeni di sprofondamento catastrofico propriamente detti, nella letteratura internazionale noti come sinkholes, sono un tipo di dissesto che interessa la superficie del suolo con improvvisi e repentini collassi che avvengono nel corso di un ristretto arco di tempo (6-24 ore) e che si differenziano dalle normali forme di evoluzione carsica proprio per la loro repentinità e per le condizioni di innesco e sviluppo.

I sinkholes possono essere quindi classificati in base alla loro genesi, alla loro interazione con la superficie topografica e in funzione dell’assetto idrogeologico dell’area in cui si formano.

La loro incidenza sul paesaggio, ma ancor più sulle popolazioni che abitano le zone maggiormente a rischio, è elevatissima, come dimostrato anche dalla numerosa bibliografia disponibile, comportando spesso ingenti perdite economiche e in alcuni casi di vite umane, sebbene non si siano ancora verificati in Italia casi di questo tipo.

Se a tutto questo si somma il fatto che i sinkholes non sono fenomeni né casuali né estemporanei e che la loro localizzazione, morfometria e tipologia evolutiva, nonché la loro ricorrenza temporale dimostra chiaramente che essi si verificano in specifiche condizioni geologiche (sinkhole prone areas) e in presenza della coesistenza di diversi fattori geologici (sinkhole triggering issues), appare chiaro come anche in zone come l’Italia sia ormai necessario giungere ad una profonda comprensione dello sviluppo e delle modalità di innesco di tali fenomeni; ancor più se si considera che molti dei sinkhole che si registrano nelle prone areas italiane presentano alcune caratteristiche peculiari che li differenziano sostanzialmente da quelli finora studiati nel resto del mondo.

Questo database nasce dalla sintesi di alcune delle attività svolte dal Laboratorio di Idrogeologia dell’Università degli Studi RomaTRE che a partire dal “Progetto Sinkhole del Lazio” conclusosi nel 2002, ha continuato negli anni a svolgere attività di ricerca su questa tipologia di fenomeno collaborando da ultimo come Unità di Ricerca relativamente alla problematica “sinkhole” all’interno del progetto INGV-DPC V5 “Diffuse Degassing in Italy” puntando principalmente a definire eventuali segnali precursori dal monitoraggio in continuo dei parametri idrogeologici nelle aree a rischio.

Nella banca dati sono stati inseriti come dato di partenza i casi di sprofondamento ricadenti principalmente nel Lazio, ma l’obbiettivo finale è quello di raccogliere sempre più informazioni relative ai fenomeni dell’intero territorio nazionale permettendo anche ad altri ricercatori di università, enti di ricerca o agenzie di protezione civile e ambientale, di portare il proprio contributo relativamente a quei fenomeni o a quelle aree prettamente di propria competenza.


Prone areas


Tipologia





Sei il visitatore n°

data ultima modifica: 31 Agosto 2011