DA GENNAIO 2013 CI TROVATE QUI

LTA su Flickr

moodlemoot 1Brighton febbraio 07 065espero25moodlemoot 5Brighton febbraio 07 061espero1espero13

Facebook per insegnanti, e-learning per genitori?

Genitori e insegnanti sono la stessa cosa? No, ma gli uni e gli altri condividono la responsabilità educativa nei confronti dei più giovani, figli o alunni che siano. È questo il motivo che rende molto interessante il dibattito stimolato da due testi appena usciti, entrambi in versione digitale: Facebook per genitori di Giovanni Boccia Artieri (3.99€, editore 40k) e Adottare l’e-learning a scuola di Roberto Maragliano (3€, Garamond, commentabile dai lettori al suo interno su piattaforma Bookliners).

boccia_artieri-facebook-per-genitori maragliano-adottare-elearning-a-scuola

Entrambi i libri, in maniera discorsiva e decisamente informale, propongono riflessioni che aiutano a superare gli allarmismi e le banalizzazioni degli slogan giornalistici di cui purtroppo si nutre anche troppa accademia.

Leggi tutto...

 

Scuola, futuro e web

keith-haring

“Unitag” è l’inserto mensile pubblicato dal quotidiano L’Unità dove è possibile discutere, approfondire e confrontarsi sui temi del web. Oltre la versione cartacea è particolarmente attivo l’ambiente digitale ospitato sul sito del quotidiano. Il tema del mese è la scuola, a tal proposito Roberto Maragliano è stato coinvolto in un dibattito assieme a Agostino Quadrino e  Linda Giannini e coordinato dal vicedirettore del giornale Luca Landò e Carlo Infante. Il confronto ha permesso di analizzare e approfondire come la scuola si confronta, e si scontra, con la rete intesa non solo entro la matrice prettamente tecnologica, ma che agisce sui fattori culturali, sociali ed economici. È in atto, ormai da tempo, un vero e proprio cambiamento di pratiche, di consumi, di interpretazioni con il quale la scuola deve fare i conti.

Leggi tutto...

 

McLuhan dopo McLuhan

Autore: Mario Pireddu
Data: gennaio 2010
Fonte: Caffeina Magazine

Pireddu-Rivoluzione_e_medium-McLuhan_dopo_McLuhan_mini

 

È stato già detto: il 2011 è l’anno di Marshall McLuhan. Tra i numerosi convegni e libri che quest’anno vengono dedicati in varie parti del mondo allo studioso canadese per il centenario della sua nascita, c’è un testo recente dal titolo Marshall McLuhan: You Know Nothing of My Work!, scritto da Douglas Coupland e più rivolto verso la pop-culture più che verso l’accademia. L’autore riprende esplicitamente la frase che McLuhan pronuncia durante il noto cameo nel film “Annie Hall” di Woody Allen del 1977, alla quale nella pellicola segue un improbabile “lei sta dicendo che tutti i miei errori sono sbagliati” (tradotto in italiano in modo più creativo con “lei sostiene che ogni mia topica è utopica”). McLuhan, si ricorderà, oltre che per la sua scrittura “a mosaico” e quindi poco lineare e per niente accademica, è noto anche per il suo spiazzante amore del paradosso e della contraddizione: un’altra sua citazione celebre, infatti, è quella che potremmo tradurre con “non sono necessariamente d’accordo con tutto quello che dico”.

Leggi tutto...

 
Collane e-book

5 cose su

studio digitale

Cerca nel sito