DA GENNAIO 2013 CI TROVATE QUI

Diari di bordo

Dal 1998/99 le attività di insegnamento di Roberto Maragliano e, dal 2002/3, anche quelle di Ornella Martini lasciano una traccia in rete.
Consiste nei Diari di Bordo:
Nel periodo 1998/99 - 2001/3 l’insegnamento è uno solo e dunque il Diario è unico. Dal 2002/3 gli insegnamenti diventano quattro (due – Tecnologie dell’Istruzione e Comunicazione di Rete - affidati a Roberto Maragliano, e destinati alla filiera formativa; due – con le stesse dizioni - affidati a Ornella Martini, e destinati alla filiera pedagogica), ma i Diari sono due per anno, uno per gli insegnamenti dei corsi triennali (Tecnologie dell’Istruzione) e uno per gli insegnamenti dei corsi magistrali (Comunicazione di Rete). Questo perché i due proff. realizzano una parte delle loro attività di insegnamento in compresenza, in base ad una scelta didattica improntata ai principi dello scambio e del confronto: si tratta di una soluzione che per un verso favorisce la partecipazione attiva degli studenti e per un altro garantisce la circolazione delle diverse idee e delle diverse prospettive anche nell’ambito dei Diari.

I Diari di Bordo sono scritti dai docenti e in buona parte anche dagli studenti, e danno conto non solo delle attività svolte in aula, ma anche degli itinerari di approfondimento e di sviluppo dei temi, anche di quelli più personali, tracciati dai singoli e dai gruppi. Al fine di realizzare e raccogliere le pagine di Diario sono promosse e utilizzate, accanto alle occasioni di incontro in aula, le occasioni di incontro in rete che lo sviluppo delle tecnologie telematiche mette a disposizione di docenti e studenti: dalla mailing list al gruppo di rete, dal blog collettivo all’ambiente di e-learning.

Tutti assieme, i Diari di Bordo testimoniano di un approccio all’interpretazione e all’uso educativo dei media che mira ad essere quantomai aperto, mobile, multiprospettico.
Tramite i Diari di Bordo e la varietà dei temi trattati (ogni anno il programma cambia e cambia da un insegnamento e l’altro, salvo, per ogni edizione, la parte di programma condivisa tra i due docenti) è possibile ottenere un bilancio, sempre aggiornato, di un orientamento culturale che mira a collegare il più proficuamente possibile didattica e ricerca, teoria e operatività, empiria e concettualizzazione, sapere informale e sapere formale.
 
Collane e-book

5 cose su

studio digitale

Cerca nel sito