Università degli Studi RomaTreScuola di Economia
 
  Area Riservata    
nomeutente password  

accesso rapido

Accade oggi nella Scuola

Portale dello Studente

English version  

Diritto del mercato del lavoro (l.m.)

lauree magistrali di nuova attivazione

Il Corso mira a fornire una conoscenza approfondita dei meccanismi regolativi del mercato del lavoro italiano. In particolare l’approfondimento è articolato sulle seguenti partizioni tematiche: a) la disciplina e l’organizzazione del mercato del lavoro italiano; b) la disciplina della flessibilità in entrata e in uscita; c) il lavoro nelle vicende di trasformazione e decentramento dell’impresa e nella crisi.

Il corso si svolge nel II semestre (dal 26/2/2018 al 26/5/2018)

Docenti: Ilario Alvino (docente titolare)

Crediti: 9

Numero moduli: 2

Date di esame

Programma

Nozioni di base. L’evoluzione del diritto del lavoro e le esigenze di progressiva flessibilizzazione del mercato del lavoro: profili storici e di politica legislativa. I rapporti tra l’ordinamento nazionale e quello comunitario; la flexicurity. La partizione tematica a) (la disciplina e l’organizzazione del mercato del lavoro italiano) comprende: la Strategia europea per l’occupazione, il riparto di competenze Stato Regioni nella regolazione del mercato del lavoro, decentramento e accentramento delle funzioni amministrative del mercato del lavoro; l’Agenzia nazionale per le politiche attive; i servizi pubblici di mediazione nel mercato del lavoro, dal monopolio pubblico del collocamento ai servizi per l’impiego; i servizi privati per il lavoro, le Agenzie per il lavoro e la somministrazione di lavoro; il collocamento mirato dei disabili e i collocamenti speciali; le politiche attive e gli strumenti diretti a favorire l’impiego e la transizione lavorativa; la formazione professionale e l’occupabilità;gli adempimenti amministrativi relativi al rapporto di lavoro; i servizi ispettivi e la vigilanza in materia di lavoro. La partizione tematica b) (la disciplina della flessibilita' in entrata e in uscita) comprende: l’articolazione e la flessibilizzazione delle tipologie contrattuali di impiego e la connessa segmentazione del mercato del lavoro fino al Jobs Act e ai decreti attuativi; il lavoro subordinato e il lavoro autonomo; i rapporti non standard di lavoro (contratto a termine, part time, intermittente, accessorio) il lavoro associato; i rapporti formativi (apprendistato, stage e tirocini). La certificazione dei contratti di lavoro. la flessibilità in uscita e la disciplina del licenziamento individuale. Il contratto a tutele crescenti. La partizione tematica c) (il lavoro nelle vicende di trasformazione e decentramento dell’impresa e nella crisi.) comprende: i profili giuslavoristici delle vicende e trasformazioni dell'impresa: il lavoro nelle esternalizzazioni produttive (appalti, comando o distacco), la somministrazione di personale. Lavoro nelle imprese a rete e codatorialita'. Trasferimento d'azienda e diritti dei lavoratori. Gli strumenti di gestione della crisi d'impresa e ammortizzatori sociali. I licenziamenti collettivi per riduzione di personale e i contratti collettivi di solidarieta'.

[ ultimo aggiornamento 27/2/2017 ]

Testi

AA.VV., Istituzioni di diritto del lavoro e sindacale. vol. III Mercato, contratto e rapporti di lavoro, Giappichelli, Torino, ultima edizione. Ulteriori letture e materiali di approfondimento saranno forniti nel corso delle lezioni e caricati sul sito

Vai alla versione stampabile del corso

oppure crea PDF

Materiale del corso

(cliccare con il tasto destro del mouse e selezionare "Salva oggetto...")

I materiali non cliccabili sono riservati ai soli utenti accreditati.
Per ulteriori informazioni clicca qui.

© Scuola di Economia, Via Silvio D'Amico 77, 00145 Rome, Italy