Università degli Studi RomaTreScuola di Economia
 
  Area Riservata    
nomeutente password  

accesso rapido

Accade oggi nella Scuola

Portale dello Studente

English version  

Politiche di sviluppo economico (l.m.)

lauree magistrali di nuova attivazione

Obiettivi del Corso:
Il corso discute le principali questioni al centro del dibattito internazionale sulle politiche per la crescita e lo sviluppo economico.
Il dibattito teorico è poi applicato al caso specifico dell'economia italiana, analizzando vincoli ed opportunità per la crescita nel contesto dell'Unione Europea e dei mercati globali.

Docenti: Margherita Scarlato (docente titolare)

Crediti: 9

Numero moduli: 1

Date di esame

Programma

1. Politiche di sviluppo economico: il dibattito internazionale
Evoluzione delle politiche di sviluppo economico: definizioni, obiettivi e teorie; istituzioni e problemi di coordinamento; ricette per lo sviluppo: Washington Consensus vs. diagnostica della crescita; le politiche industriali orizzontali.

2. Il dibattito internazionale sugli aiuti allo sviluppo
Quantità vs. qualità degli aiuti allo sviluppo.

3. Politiche di sviluppo economico: il caso dell'economia italiana. L’economia italiana dagli anni ’50 ad oggi
Il Piano Marshall e i suoi effetti; la liberalizzazione commerciale; l’economia mista: il ruolo delle imprese pubbliche; finanza e industria: grande impresa privata e Mediobanca; il miracolo economico; shock endogeni ed esogeni negli anni ’70; la ristrutturazione del sistema produttivo negli anni ‘80; l’integrazione europea e la moneta unica; le riforme avviate negli anni ‘90; il dibattito sul “rischio declino”; le ripercussioni della crisi finanziaria internazionale; opportunità mancate e problemi aperti.

4. I distretti industriali: dal distretto “classico” al Quarto capitalismo
La crisi del fordismo e la rinascita delle piccole e medie imprese; lo sviluppo dei distretti industriali in Italia; i distretti incubatori di medie imprese; lo sviluppo del territorio: il ruolo delle reti; i distretti tecnologici.

5. Competitività internazionale delle imprese
Indicatori di competitività internazionale; l’internazionalizzazione delle imprese e dei distretti; l’impatto dell’internazionalizzazione sul mercato del lavoro.

Approfondimento: Innovazione tecnologica e crescita economica
Le nuove teorie della crescita; le teorie evolutive del cambiamento tecnologico: paradigmi tecnologici e digital divide come causa di divergenza; la New Economy: USA vs UE; le tecnologie ICT: il posizionamento dell’Italia; nuove tecnologie e cambiamenti organizzativi nelle imprese italiane; i divari territoriali nella filiera dell’ICT in Italia.

6. Mercati globali
Localizzazione delle imprese: agglomerazione e frammentazione della produzione; globalizzazione: l’impatto su mercato del lavoro, povertà e disuguaglianza; vantaggio comparato, specializzazione, politica commerciale; IDE e capitali finanziari su scala internazionale; diffusione internazionale della tecnologia.

Approfondimento: L’Italia Multinazionale
Investimenti Diretti Esteri (IDE) in entrata e in uscita: distribuzione settoriale e territoriale; determinanti degli IDE.

7. Divari regionali e intervento pubblico in Italia
Il Mezzogiorno: fallimenti del mercato, fallimenti dello Stato; le politiche di sviluppo locale; la questione meridionale e la questione settentrionale nell’Italia contemporanea; prospettive: il federalismo fiscale e la sussidiarietà orizzontale.

8. L’Italia nell’Unione Europea: le politiche di coesione
Il processo di integrazione della UE; la moneta unica europea: un progetto incompleto; la politica industriale comunitaria; la strategia di Lisbona; gli interventi di sostegno alle attività produttive in Italia; la politica regionale europea e le prospettive finanziarie 2007-2013; il futuro della politica di coesione.

[ ultimo aggiornamento 28/7/2015 ]

Testi

• Erik Thorbecke, 2006, “The Evolution of the Development Doctrine, 1950-2005”, UNU-WIDER Research Paper, n.155
• Dani Rodrik, Mark R. Rosenzweig, 2009, “Development Policy and Development Economics: An Introduction”, in Handbook od Development Economics, vol V, Dani Rodrik, Mark R. Rosenzweig (eds.), North-Holland, Amsterdam, draft, July 8 (pag.1-11)
• Dani Rodrik, 2006, “Goodbye Washington Consensus, Hello Washington Confusion?”, Journal of Economic Literature, vol. 44, n.4, December
• William Easterly, 2006, “The Big-Push Déjà Vu”, Journal of Economic Literature, vol.44, n.1, March
• Avinash Dixit, 2006, “Evaluating Recipes for Development Success”, World Bank Policy Research Working Paper n. 3859, March (In italiano: “Una valutazione delle ricette per lo sviluppo”, La Questione Agraria, n.4/2006)
• G. Berloffa, G. Folloni, I. Schnyder v.W., 2010, "Aiuti, crescita e sviluppo. Che cosa (non) abbiamo imparato", In: Alla radice dello sviluppo: l'importanza del fattore umano, Guerini e associati, Milano
• Mariano D’Antonio, Economia e politica dello sviluppo, Giappichelli, 2006, cap.5
• Banca d’Italia, 2011, “Considerazioni Finali”, Relazione Annuale, Roma, maggio
• Dati: http://noi-italia.istat.it/
• Fabio Sforzi, F. Lorenzini, 2002, “I distretti industriali”, in IPI, L'esperienza italiana dei distretti industriali, Istituto per la promozione industriale, Ministero delle attività produttive, Roma
• E. Rullani, 2009, “Lo sviluppo del territorio: l’evoluzione dei distretti industriali e il nuovo ruolo delle città,” Economia Italiana, n.2
• Fabio Sforzi, F. Lorenzini, 2002, “I distretti industriali”, in IPI, L'esperienza italiana dei distretti industriali, Istituto per la promozione industriale, Ministero delle attività produttive, Roma
• E. Rullani, 2009, “Lo sviluppo del territorio: l’evoluzione dei distretti industriali e il nuovo ruolo delle città,” Economia Italiana, n.2
• Fabio Sforzi, 2005, “Dal distretto industriale allo sviluppo locale”, Università Parma
• Giorgio Barba Navaretti ed altri, 2007, “Le imprese e la specializzazione produttiva dell’Italia. Dal macrodeclino alla microcrescita?”, paper Fondazione Rodolfo De Benedetti
• Sandro Trento, 2007, “Innovazione e crescita per le imprese: quale politica per i settori tradizionali?”, working paper Centro Studi Confindustria, luglio, n57
• COTEC, Fondazione per l’innovazione tecnologica, Rapporto annuale 2010 sull’innovazione
• F. Targetti, 2009, Globalizzazione e crisi economica
• L.De Benedictis, R. Helg, 2002, “Globalizzazione”, Rivista di Politica Economica, marzo- aprile
• R. Basile, L. Benfratello, D. Castellani, 2009, “Le determinanti della localizzazione delle imprese internazionali. L’attrattività
dell’Italia nel contesto europeo”, in L.Rondi, F. Silva (eds.), Prove di cambiamento del sistema produttivo italiano, Il Mulino
• Margherita Scarlato, Mariano D’Antonio, 2008, “Centro e periferia nella politica di sviluppo del Mezzogiorno”, Economia Italiana, n.3, settembre
• Fabrizio Barca, 2004, “Il ruolo dello Stato nell’economia: un paradigma e un cantiere aperto”, gennaio
• Nicola Rossi, Il Mezzogiorno resta il "malato d'Italia", sito www.lavoce.info, 14-11-2005
• ISAE, 2009, Rapporto sullo stato dell’Unione Europea 2009, (cap.6 Bilancio dell’Unione e piani di sviluppo dell’economia europea)
• ISAE, 2007, Rapporto sullo stato dell’Unione Europea 2007 (cap.1 Un’agenda per la crescita)

Vai alla versione stampabile del corso

oppure crea PDF

© Scuola di Economia, Via Silvio D'Amico 77, 00145 Rome, Italy