Università degli Studi RomaTreScuola di Economia
 
  Area Riservata    
nomeutente password  

accesso rapido

Accade oggi nella Scuola

Portale dello Studente

English version  

Macroeconomia (n.o.) III canale P-Z per immatricolati dal 2017-2018

lauree triennali

 

P-Z:   solo per immatricolati a.a. 2017/2018
e
L-P:   immatricolati a.a. precedenti a 2017/2018

 

Obiettivi del corso
Il corso si propone di fornire gli strumenti analitici per comprendere il funzionamento del sistema economico nel suo complesso. Esso si propone di studiare il comportamento di aggregati economici quali il prodotto nazionale, la spesa complessiva per consumi ed investimenti, il livello globale d’occupazione, il livello generale dei prezzi ed il commercio estero di un paese.

Il corso si svolge nel 1 anno - I semestre (dal 18/9/2017 al 16/12/2017)

Docenti: Enrico Sergio Levrero (docente titolare)

Crediti: 9

Numero moduli: 1

Date di esame

Programma

1. Elementi di contabilità nazionale

Caratteristiche di una economia di mercato - Beni di consumo e beni di produzione - Popolazione, forze di lavoro e capitale nazionale - Il circuito economico – Definizione di reddito nazionale – Investimenti ex ante ed investimenti ex-post - Il settore pubblico – Il reddito nazionale nel caso di intervento dello Stato - Estensione ad una economia aperta: distinzione tra il prodotto interno lordo ed il reddito nazionale lordo – Il conto economico delle risorse e degli impieghi - La bilancia dei pagamenti: partite correnti, movimenti di capitale e variazioni delle riserve ufficiali – Tassi di cambio fissi e fluttuanti - Tasso di cambio reale e nominale - Gli indici dei prezzi – Gli aggregati a prezzi correnti e a prezzi costanti.

2. La determinazione del reddito di equilibrio nel modello neoclassico

La funzione di produzione – Le curve del prodotto totale e del prodotto marginale – Il meccanismo di sostituzione tra beni e tra fattori della produzione – L’equilibrio nel mercato del lavoro – Il mercato risparmi-investimenti – Flessibilità dei prezzi ed aggiustamento al reddito di piena occupazione

3. Domanda aggregata e reddito di equilibrio

Il principio della domanda effettiva – La funzione keynesiana del consumo – Il moltiplicatore keynesiano – L’aggiustamento dei risparmi agli investimenti tramite variazioni del reddito – Il paradosso della parsimonia - Estensione della determinazione del reddito nel caso di intervento dello Stato – Il teorema di Haavelmo – Imposte dipendenti dal reddito e determinazione del reddito di equilibrio – Analisi dei moltiplicatori della spesa pubblica, delle imposte e dei trasferimenti alle famiglie - La determinazione del reddito di equilibrio in economia aperta - Confronto dei moltiplicatori del reddito nel caso di economia chiusa ed economia aperta – Conflitto tra obiettivo interno di piena occupazione ed equilibrio con l’estero.

4. Moneta, interesse e reddito

Il tasso di interesse come fenomeno monetario secondo Keynes – La domanda di moneta a scopo transazionale – Prezzo dei titoli e tasso di interesse – La domanda di moneta a scopo speculativo – La trappola della liquidità – Le determinanti dell’offerta di moneta - Prezzo di offerta e prezzo di domanda dei beni capitale - Il tasso di rendimento intermo o efficienza marginale del capitale – La sensibilità degli investimenti al tasso di interesse secondo Keynes - Un semplice schema keynesiano di determinazione del reddito – Gli effetti sul reddito di equilibrio di una riduzione dei salari monetari.

5. Il modello IS-LM

La sintesi neoclassica di Hicks e Modiglioni – Posizione e pendenza delle curve IS e LM – L’equilibrio simultaneo nel mercato dei beni e della moneta – Moltiplicatori della politica fiscale e della politica monetaria – Spesa pubblica e spiazzamento della spesa privata – Aumento nel rapporto tra moneta e salari monetari e tendenza al pieno impiego nel modello IS-LM - Estensione del modello IS-LM ad una economia aperta: il modello Mundell-Fleming

6. Il modello AD-AS

Derivazione della curva di domanda aggregata AD dal modello IS-LM – Effetto Keynes ed effetto Pigou – La curva di offerta aggregata – Analisi degli effetti delle politiche monetarie e fiscali con il modello AD-AS – Analisi degli effetti di una riduzione dei salari monetari con il modello AD-AS.

7. Il monetarismo e la curva di Phillips aumentata dalle aspettative

Il monetarismo e la riproposizione della teoria quantitativa della moneta - Curva di Phillips di breve e di lungo periodo: il dibattito tra keynesiani e monetaristi - Il tasso di disoccupazione naturale - Inflazione da costi ed inflazione da domanda

8. La nuova economia keynesiana

Il comportamento delle imprese nei modelli neo-keynesiani - Un semplice modello di contrattazione salariale - L’inflazione da conflitto distributivo - Rigidità nominali e efficacia delle politiche di sostegno alla domanda aggregata.

[ ultimo aggiornamento 20/10/2017 ]

vedi anche

Testi

- R. Dornbusch, S. Fischer, R. Startz, G. Canullo, P. Pettenati, Macroeconomia, McGraw Hill, Milano, 2014
- J.R. Hicks, “Il processo produttivo, il lavoro e il capitale”, in M. Pivetti (a cura di), Letture di Economia Politica, LED, Milano
- G. Rodano, La disoccupazione, Laterza, Milano, 1998
- O. Castellino, Introduzione alla contabilità nazionale, Giappichelli editore, Torino, 1991

Vai alla versione stampabile del corso

oppure crea PDF

Materiale del corso

(cliccare con il tasto destro del mouse e selezionare "Salva oggetto...")

© Scuola di Economia, Via Silvio D'Amico 77, 00145 Rome, Italy