Università degli Studi RomaTreScuola di Economia
 
  Area Riservata    
nomeutente password  

accesso rapido

Accade oggi nella Scuola

Portale dello Studente

English version  

Economia dei Paesi in Via di Sviluppo (V.O.)

vecchio ordinamento

Obiettivi del Corso: I paesi in via di sviluppo, pur rappresentando l’ottanta per cento della popolazione del pianeta, percepiscono appena il venti per cento del reddito mondiale e il trenta per cento vive in condizioni di "povertà assoluta", definita dalla Banca mondiale come una condizione di vita così degradata da impedire il soddisfacimento dei bisogni più elementari.Questi dati tuttavia non devono dare l’impressione che le aree definite sottosviluppate siano realtà omogenee, che manifestano la tendenza ad un progressivo peggioramento.Negli ultimi decenni abbiamo assistito ad una marcata diversificazione, infatti, mentre un certo numero di paesi sono entrati in un preoccupante stato di ristagno, altri hanno registrato una notevole crescita del reddito, grazie anche all’esportazione di merci manufatti.Nello stesso periodo é anche mutato profondamente il contesto economico internazionale, che ha permesso all’interno di molte economie la nascita di mercati finanziari.
Quindi, nonostante questi paesi siano accomunati dalla lotta contro l’arretratezza economica, essi sono profondamente eterogenei per le loro caratteristiche storiche e geografiche, i loro sistemi politici ed economici.
Il corso si propone di delineare i caratteri ed il meccanismo di funzionamento di alcune economie tipo e valutare le politiche economiche sia dal punto di vista della teoria che dei risultati conseguiti.
Le analisi dell’esperienze di alcuni paesi dell’America latina e dell’Asia, consentono di situare correttamente: a) il dibattito relativo alla possibilità di un loro sviluppo autonomo; b) il ruolo dello stato e del mercato; e c) il fenomeno della globalizzazione, nei suoi aspetti reali e finanziari.

Articolazione del Corso: Il corso ha valenza annuale e si articola in 70 ore di lezione.

Docenti: Pasquale De Muro (docente titolare)

Crediti: 9

Numero moduli: 1

Date di esame

Programma

Parte I. Caratteri di un’economia arretrata

1. Elementi introduttivi
Definizione e valutazione dello sviluppo economico. Il modello di Lewis.

2. Il finanziamento dello sviluppo
Investimento e risparmio; il ruolo del capitale estero; la crisi del debito; la Banca mondiale e il Fondo monetario internazionale.

3. La popolazione
Il problema demografico; il capitale umano; i bisogni essenziali.

4. Il commercio internazionale
La teoria dei vantaggi comparati; la tesi dello scambio ineguale; la tesi del peggioramento delle ragioni di scambio; l’esportazione di prodotti primari.

Parte II. Politiche d’industrializzazione e sviluppo

1.L’agricoltura
La riforma agraria; la rivoluzione verde; il modello di Johnston e Mellor; il modello di Lewis e il problema del dualismo.

2. Lo sviluppo del settore manifatturiero
Crescita equilibrata e squilibrata; la politica di sostituzione delle importazioni; l’industrializzazione guidata dalle esportazioni.

3. Esperienze storiche di sviluppo
La politica d’industrializzazione del Brasile e del Messico; l’ascesa e la crisi di alcuni paesi asiatici.

4.Il dibattito sulla globalizzazione.

[ ultimo aggiornamento 11/11/2002 ]

vedi anche

Avvisi

Ricevimento studenti prof. De Muro
:: Il prof. De Muro non potrà ricevere gli studenti dal 18/10 al 21/10 e dal 26/10 al 4/11.

Testi

1) HOGENDORN JAN S., Lo sviluppo economico, Zanichelli, Bologna, ultima edizione.

2) una serie di saggi, sotto indicati, disponibili in un’unica dispensa presso la biblioteca della facoltà sotto la voce "Economia dei paesi in via di sviluppo". Per facilitare lo studio sono indicati di seguito le parti del programma (senza titolo, solamente con il numero d’ordine), i corrispondenti capitoli del manuale di Hogendorn e, quando occorre, i saggi.

Parte I
1. Capp.1-3; Lewis W.A., Sviluppo economico con disponibilità illimitate di mano d'opera.
2. Capp.4-6; Rosenberg N., beni capitali, tecnologia e crescita economica.
3. Capp.8-9; Sen A., La bugia demografica.
4. Capp.12 e15;
KALDOR N., Inflazione e recessione nell’economia mondiale.
SINGER H. W., La distribuzione dei guadagni tra paesi investitori e paesi debitori.

Parte II
1. Cap. 10;
JOHNSTON B. F. e Mellor J. W., Il ruolo dell’agricoltura nello sviluppo economico.
2. Cap. 11 (solo l’appendice 2, pagg. 419-424); capp. 13 e 14.
3. HIRSCHMAN A., L’industrializzazione per sostituzione delle importazioni; L'economia politica dello sviluppo latino-americano.Sette esercizi di analisi retrospettiva. DI GIORGI U., La competitività dei paesi di recente industrializzazione.
Di Giorgi U., Imprese e tecnologia del terzo mondo.
DI GIORGI U., L’espansione dei Nic alla luce della teoria economica
AMSDEN A H., Un paradigma che resiste.
4. SEN A., mercati e libertà di scelta.
STREETEN P., integrazione e interdipendenza.
NAYYAR D., globalizzazione e strategie per lo sviluppo.
GRIFFITH-JONES S., la nuova architettura finanziaria.

Vai alla versione stampabile del corso

oppure crea PDF

© Scuola di Economia, Via Silvio D'Amico 77, 00145 Rome, Italy