Scuola dottorale internazionale - 'Tullio Ascarelli'
change language in en :: change language in it
Home Page > Regolamento

REGOLAMENTO DI GESTIONE

Enti promotori

Ai sensi dell’art. 2 bis del Regolamento d’Ateneo per il Dottorato di Ricerca dell’Università “Roma Tre”,

i seguenti dottorati istituiti presso l’Università “Roma Tre”:

- Dottorato di Diritto civile italiano ed europeo presso il Dipartimento di Studi giuridici
- Dottorato di Sistemi punitivi e garanzie del cittadino presso il Dipartimento di Studi giuridici
- Dottorato di Consumatori e mercato presso il Dipartimento di Ricerche aziendali
- Dottorato di Economia aziendale presso il Dipartimento di Ricerche aziendali


e i seguenti dottorati istituiti presso altre Università:

- Dottorato di Problemi attuali del Diritto dell’impresa presso il Dipartimento di Diritto dell’impresa dell’Università di Zaragoza
- Dottorato di Moderni orientamenti legislativi nel Diritto Civile spagnolo presso il Dipartimento di Diritto civile dell’Università di Granada
- Dottorato di Diritto dei contratti ed economia d’impresa presso il Dipartimento di Diritto privato e comunitario dell’Università degli Studi “La Sapienza” di Roma
- Dottorato di Diritto privato generale presso il Dipartimento di Diritto privato generale dell’Università degli Studi di Palermo
- Dottorato di Diritto europeo e comparato dell’impresa e del mercato presso il Dipartimento di Scienze giuridiche dell’Università “Gabriele D’Annunzio” di Chieti-Pescara


si aggregano, mantenendo i propri collegi di docenti e i propri contenuti scientifici e didattici, nella Scuola Dottorale Internazionale di Diritto ed Economia “Tullio Ascarelli”, con Sede Amministrativa nell’Università “Roma Tre”, e della Scuola medesima costituiscono Sezioni presso i rispettivi Dipartimenti e Università. Le Università consorziate ai predetti Dottorati possono rimanere consorziate alle corrispondenti Sezioni della Scuola.
Alla Scuola si aggrega inoltre quale sua specifica Sezione la Sezione Dottorale di Diritto civile per l’Europa istituita presso l’Istituto giuridico dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Milano.

Motivazioni

Le Università aderenti alla Scuola Dottorale Internazionale in Diritto ed Economia “Tullio Ascarelli” concordano sulla necessità di contribuire al rafforzamento dell'integrazione nazionale ed internazionale dei sistemi universitari attraverso la promozione di iniziative in campo culturale, scientifico e didattico nonché di promuovere lo studio delle scienze giuridiche ed economiche anche nell'ambito delle istituzioni giuridiche e politiche europee allo scopo di costruire le basi per la formazione uno spazio giuridico europeo e di svilupparne il mercato comune.

Finalità

La Scuola Dottorale Internazionale in Diritto ed Economia “Tullio Ascarelli” si ripromette:
- di migliorare coordinare e valorizzare le potenzialità esistenti per la formazione alla ricerca e alle professioni ad esse collegate relativamente ad un ampio ed omogeneo gruppo di settori scientifico-disciplinari dell’ area giuridica e dell’area economica;
- di istituire forme integrate di collaborazione sul piano scientifico e didattico per l'acquisizione di una conoscenza reciproca dei sistemi di ricerca e di alta formazione ai fini di una loro armonizzazione, anche attraverso l'attivazione di Corsi di studio (ai sensi del D.M. 509/99, art.3, comma 9) con il rilascio del corrispondente titolo congiunto a seguito di convenzioni con atenei italiani e stranieri nel rispetto dell'ordinamento nazionale;
- di sviluppare accordi di cooperazione a livello nazionale ed internazionale;
- di favorire l’accesso a fonti di finanziamento pubbliche e private sia nazionali che internazionali.

Organi

Sono organi della Scuola:

il Collegio di Sezione, composto dai docenti che vi afferiscono, che svolge le funzioni del collegio dei docenti di un corso di dottorato
il Coordinatore della Sezione eletto nell’ambito del Collegio di Sezione
il Consiglio della Scuola composto dai Coordinatori delle Sezioni, da un rappresentante per ogni area individuata nello Statuto della Scuola, che viene designato dai coordinatori medesimi nonché da rappresentanti di Istituzioni esterne collegate alla Scuola da rapporti di collaborazione in misura non superiore ad un terzo
il Direttore della Scuola eletto dal Consiglio della Scuola
e il Direttore Vicario designato dal Direttore della Scuola tra i docenti dell’Ateneo “Roma Tre”.

Le suddette cariche hanno durata quadriennale.

Le Sezioni della Scuola sono costituite presso le strutture universitarie aderenti e sono disciplinate dal Regolamento per il Dottorato di Ricerca dell’Ateneo al quale afferiscono in quanto compatibile con il presente Regolamento. Le Sezioni mantengono in quanto compatibili le prerogative anche amministrative di una sede dottorale. Con riferimento alle Sezioni sfornite di tali prerogative per proprio Regolamento nonché alle Sezioni istituite presso l’Università “Roma Tre” la relativa competenza è attribuita al Consiglio della Scuola.

Attività degli organi di governo della Scuola

Salvo quanto espressamente previsto dal presente Regolamento, la competenza generale del governo della Scuola è attribuita al Consiglio.
Il Direttore rappresenta la Scuola e dà esecuzione alle delibere del Consiglio. I Collegi di Sezione regolano l’attività didattica loro affidata.
Il Consiglio della Scuola dovrà indicare alle Sezioni, entro il mese di ottobre di ogni anno, le linee guida alle quali improntare la loro attività didattica e seminariale. Inoltre, il Consiglio individua anche le attività comuni a tutti i dottorandi della Scuola.

Posti e prove di ammissione

Il numero dei nuovi posti della Scuola per ciascun ciclo è pari al doppio delle borse di dottorato messe a disposizione della Scuola o di ciascuna Sezione dalle Università aderenti alla Scuola o da altre Università consorziate alle singole sezioni ovvero da altri soggetti pubblici e privati.
I posti con borse di dottorato messe a diretta disposizione della Scuola da enti esterni vengono assegnati dal Consiglio alle singole sezioni ovvero attribuiti per concorso centralizzato dalla Scuola previa divisione per aree. In tale ultimo caso, i vincitori verranno successivamente destinati alle singole sezioni.
Ferme restando le destinazioni impresse dalle Università od Enti erogatori, il piano di riparto dei posti ai fini della predisposizione dei bandi viene deliberato per ogni ciclo dal Consiglio della Scuola.
Ogni Sezione destinerà i propri posti alle singole aree della Scuola.
La Scuola e ciascuna sezione potranno inoltre conferire ai dottorandi ulteriori borse e sovvenzioni nei limiti delle risorse finanziarie poste a loro disposizione.
I vincitori verranno individuati sulla base di prove differenziate per ogni area.
Il Rettore dell’Università “Roma Tre” promulgherà il bando relativo ai posti istituiti presso le proprie sezioni e nominerà all’uopo un’unica commissione d’esame composta da un minimo di tre componenti di cui uno con funzione di Presidente proposto dal Consiglio della Scuola e gli altri proposti paritariamente in numero di due da ognuna delle predette sezioni.
Il Rettore dell’Università “Roma Tre” promulgherà contestualmente il bando relativo ai posti eventualmente messi a concorso direttamente dalla Scuola e nominerà all’uopo una commissione d’esame composta da tre componenti indicati dal Consiglio della Scuola.
I Rettori delle altre Università aderenti promulgheranno i bandi relativi ai posti istituiti presso le proprie sezioni e nomineranno le rispettive commissioni d’esame in conformità ai loro Regolamenti d’Ateneo.
I bandi dovranno menzionare in ogni caso l’afferenza dei posti alla Scuola Dottorale Internazionale “Tullio Ascarelli” con Sede Amministrativa presso l’Università “Roma Tre”.

Conseguimento e rilascio del titolo di dottore di ricerca

Salvo quanto previsto dal successivo art. 8, la tesi di dottorato di ciascun dottorando viene discussa innanzi a una Commissione nominata con Decreto del Rettore dell’Università Sede Amministrativa della Sezione cui è iscritto, su proposta del Consiglio della Scuola Dottorale.
Il titolo di dottorato della Scuola è Dottorato internazionale “Tullio Ascarelli”con un eventuale sottotitolo per ciascuna sezione a richiesta della stessa e viene rilasciato congiuntamente da ciascuna delle Università coinvolte, con la sottoscrizione del Rettore dell’Università ove ha sede la Sezione.
Il diploma dovrà riportare la denominazione di tutte le Università partecipanti alla Scuola dottorale.

Titoli rilasciati con Università straniere

Il Consiglio della Scuola, d’intesa con le Università straniere aderenti alla Scuola medesima, delibera per ogni ciclo il numero di dottorandi italiani e stranieri da avviare alle attività formative congiunte nelle sedi interessate.
I dottorandi prescelti dovranno dare prova di buona conoscenza della lingua italiana e della lingua nazionale dell’Università partner straniera. I curricula prevederanno la frequenza obbligatoria di corsi di perfezionamento linguistico.
Le predette attività formative consentiranno il rilascio di un titolo congiunto valido nei Paesi ove hanno sede le Università che lo rilasciano.
Il suddetto titolo congiunto di dottore di ricerca si consegue tramite un esame finale, che può essere ripetuto una sola volta. Nell’esame finale viene discussa una tesi, elaborata in una delle due lingue nazionali e accompagnata da una sintesi scritta e da un intervento orale nell’altra lingua.
La Commissione è nominata congiuntamente dal Rettore dell'Università Sede amministrativa della Scuola e dal Rettore dell’Università partner straniera, su proposta del Consiglio della Scuola, ed è composta da 4 (quattro) membri, 2 (due) per ogni nazionalità, scelti tra i professori universitari di ruolo che non siano componenti del collegio dei docenti, appartenenti ai settori scientifico-disciplinari attinenti al dottorato.
Le predette attività formative consentiranno altresì il rilascio di titoli nazionali con marchio europeo che le Università aderenti alla Scuola si impegnano mutuamente a riconoscere secondo tabelle di concordanza che verranno deliberate dal Consiglio della Scuola ed approvate dagli Organi Accademici delle Sedi coinvolte.
La Commissione competente al riconoscimento del titolo nazionale conseguito nella sede consorziata straniera viene nominata, su proposta del Consiglio della Scuola, dal Rettore dell’Università che effettua tale riconoscimento ed è composta da 4 (quattro) membri, scelti tra i professori universitari di ruolo che non siano componenti del collegio dei docenti, appartenenti ai settori scientifico-disciplinari attinenti al dottorato.

Disposizioni finali

Relativamente a tutto ciò che non è espressamente previsto dal presente Regolamento di gestione si rinvia per quanto di rispettiva pertinenza al Regolamento di Ateneo per il Dottorato di Ricerca di ciascuno degli Atenei coinvolti.
aggiornamento: Salvatore Mazzamuto , 25/02/2005