Apprendimento adulto come autobiografia: Jerome Bruner

Lo psicologo americano Jerome Bruner ha avuto un grosso impatto sulla riflessione teorica riguardante l'apprendimento adulto, pur non essendo precisamente un teorico della formazione in età adulta.

Secondo lo studioso l'apprendimento consiste in un'azione creatrice: ciò che viene prodotto non è una competenza specifica, bensì nuovi stili e modalità di pensiero. Questo processo di autoformazione dell'individuo rimane attivo per tutto il corso della vita ed ha come scopo lo sviluppo di procedure di pensiero sempre più complesse, in grado di dare risposte autonome ai problemi concreti.

Egli sostiene che la formazione del pensiero ha origine dai concetti, cioè da astrazioni e categorizzazioni e dalla scoperta di regole logiche, di strategie di ricerca con le quali possiamo scoprire e codificare sistemi di organizzazione delle informazioni. Quindi attività del pensiero è di strutturare i dati e non associarli; tale attività sarà sostenuta dal linguaggio, che consente al pensiero di chiarirsi e di esplicarsi. E' il linguaggio che dà all'individuo la possibilità di narrare e di narrarsi e quindi di collocarsi nel mondo e dargli un significato.

 L'individuo prima conosce il mondo attraverso l'azione, poi sviluppa una rappresentazione di esso attraverso le immagini, infine costruisce con il pieno possesso del linguaggio una rappresentazione del mondo sottratta all'azione.

La narrazione giace nel cuore del pensiero umano. La rappresentazione dell'esperienza nelle narrazioni fornisce uno schema che rende gli uomini capaci di interpretare la loro esperienza.

Nell'autobiografia l'individuo espone una visione di ciò che chiama il proprio Sé, con le sue attività, riflessioni, pensieri e posizione nel mondo. Il raccontarsi è visto come uno strumento autoconoscitivo e trasformativo, come un micromodello per la stessa ricerca educativa. L'autobiografia è vista come mezzo per far acquisire agli individui la capacità di costruire il proprio Sé; essa è dunque formazione, cioè il suo obiettivo è dare forma all'identità individuale, chiarire la dimensione progettuale della vita. L'autonarrarsi è lo strumento attraverso cui l'individuo, situato in un contesto, può sviluppare la propria identità.

Bibliografia         HomePage