salta al contenuto della pagina

Università degli Studi Roma Tre Sito Web

Siete in:home > strutture > Biblioteca di area di scienze della formazione

collezioni

Il patrimonio documentario include circa 60.000 volumi e 300 periodici correnti, incrementato dalle esigenze di ricerca e didattiche degli oltre cento docenti afferenti alla Facoltà e della numerosa popolazione studentesca, si è specializzato nei campi della didattica, delle scienze pedagogiche e di educazione degli adulti, delle scienze sociali, di studi letterari, filosofici, storici, creando collezioni speciali per i settori scientifico disciplinari, i Corsi di Laurea e master attivi (per esempio consistenze nella pedagogia speciale, nell'educazione permanente, nel multiculturalismo, nell'immigrazione...). L'evoluzione degli studi pedagogici verso le scienze dell'educazione è visibile nel costante incremento del patrimonio librario.

Collezioni principali:

- Libri antichi: oltre la revisione da catalogo avviata dal gruppo di lavoro sul libro antico, da due anni sono stati controllati a scaffale tutti i volumi per la esecuzione dei progetti di restauro e conservazione, da questo controllo sono emerse numerose edizioni antiche dal XVI al XIX secolo, alcune non presenti in catalogo.
- Fondi: Ferretti, Cafaro e del Movimento di Collaborazione Civica (donato dal Prof. M. Laeng).
- opere di consultazione generale: enciclopedie, dizionari, atlanti, bibliografie, biografie, collane specialistiche
- letteratura per l'infanzia e per l'adolescenza
- libri di testo di tutti i corsi di studio in duplice copia
- periodici correnti (circa 300)
- periodici elettronici e banche dati
- periodici italiani e stranieri: nello spazio lettura quotidiani, il Corriere della Sera, International Herald Tribune, Le Monde, El Pais.
- Fondo Pizzigoni-Chistolini: nel 2011, grazie alla conoscenza di Sandra Chistolini della Scuola Rinnovata Pizzigoni di Milano e all'incontro con dirigenti, insegnanti, alunni che seguono il metodo sperimentale ideatoda Giuseppina Pizzigoni, sono stati acquisiti i libri di varie edizioni della pedagogista italiana (1870-1947) e il materiale pedagogico e didattico del 1950-1980. La Pizzigoni concepisce le linee fondamentali della nuova scuola secondo il metodo sperimentale nel 1907 e realizza nel 1911 il primo esperimento pedagogico alla Ghisolfa. L'asilo comincia nel 1927 e nel 1929 si pubblica il testo del programma. Giuseppe Lombardo Radice e Luigi Credaro considerano la Rinnovata una riforma importante dell'insegnamento e del modo di concepire il bambino. Il modello unico e futuristico di scuola all'apertocolloca la Pizzigoni nella tradizione europea della Abbotsholme di Reddie (Gran Bretagna) e della Landerziehungsheime di Lietz (Germania). I gemellaggi con la scuola svedese aprono prospettive inesplorate allo studio della diffusione della cultura pedagogica italiana nel mondo. I documenti raccolti sono conservati nel Museo Storico della Didattica intitolato a Mauro Laeng. Sono disponibili alcune copie digitali .

 

1/2/2012