Novità

In memoriam Giorgio Pressburger

Ringraziamenti della CEU
per la solidarietà espressa
dal CISUECO
Scarica l'immagine JPEG

Saluto di congedo
del Direttore del CISUECO
(Triennio 2014-2017)
Scarica il PDF

Biblioteca della Casa delle Traduzioni
Via degli Avignonesi, 32 - Roma
martedì 26 settembre 2017 ore 11.00
Giornata di studi dedicata alle lingue meno diffuse
patrocinata dal CISUECO
Editoria e traduzione. Focus sulle lingue 'di minore diffusione'
Scarica il PDF

CISUECO
Sede nazionale
Roma 15-16 giugno 2017
II Convegno internazionale organizzato dal
Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale (CISUECO)
in collaborazione con
l'Istituto di Filosofia del Polo Umanistico
dell’Accademia Ungherese delle Scienze (MTA BTK FI)
:
Tra una guerra e l'altra. Incroci fra Italia e Ungheria:
storia, letteratura, cultura, mondo delle idee (1921-1945)

Scarica il programma (PDF)
Scarica il comunicato stampa (PDF)

APPELLO
PER L’UNIVERSITÀ CENTRO EUROPEA
(CENTRAL EUROPEAN UNIVERSITY) di BUDAPEST
Scarica l’appello in italiano (PDF) - Download english version (PDF) (04/04/2017)


Università di Padova
Dipartimento di Studi Linguistici e Letterari
in collaborazione con il CISUECO
Mercoledì 15 marzo 2017, ore 9.30
Giornata di studi sulla letteratura ungherese e la traduzione
Scarica il programma (PDF) e la variazione al programma (PDF)

Università di Udine
Dipartimento di Studi Umanistici e del Patrimonio Culturale
con il patrocinio del CISUECO
Venerdì 17 marzo 2017, ore 12.00
Palazzo Antonini – Aula 12
Conferenza del Direttore dell’Accademia d’Ungheria in Roma
Scarica la locandina (PDF)

LUTTO PER IL LICEO
Szinyei Merse Pál
(23/01/2017)

Saluto di benvenuto
al nuovo direttore
dell'Accademia d'Ungheria
in Roma
(gennaio 2017)

Natale 2016-Capodanno 2017
Comunicato del Direttore del CISUECO

Università di Bologna
Dipartimento di Scienze politiche e sociali

Strada Maggiore, 45 - Bologna
Giovedì 1 dicembre, ore 11.00
in collaborazione con il CISUECO
Presentazione del volume
Imre Nagy, un ungherese comunista.
Vita e martirio di un leader dell’ottobre 1956
di Romano Pietrosanti
Introduce: Achille Conti
Ne discute con l’autore: Roberto Ruspanti

Udine
Palazzo Toppo Wassermann

4 novembre 2016, ore 17.30
60° anniversario della
"Rivoluzione patriottica e democratica d'Ungheria del 1956"
La figura di Imre Nagy (1896-1958)

Università di Padova
Sala Merio Scattola – Palazzo Maldura

11-12 novembre 2016
Convegno uralico
The state of the art of Uralic studies: tradition vs innovation
Scarica la locandina (file pdf) Scarica il programma (file pdf)

Accademia d’Ungheria in Roma (via Giulia, 1)
mercoledì 19 e giovedì 20 ottobre, ore 9.45-19.30

in collaborazione con il CISUECO
Convegno internazionale
La Rivoluzione del 1956 e l'Italia
Con la partecipazione di numerosi studiosi.

Accademia d’Ungheria in Roma (via Giulia, 1)
giovedì 20 ottobre, ore 17.30

in collaborazione con il CISUECO
Presentazione del volume
Imre Nagy, un ungherese comunista.
Vita e martirio di un leader dell’ottobre 1956

di Romano Pietrosanti
Ne discutono
Katalin Somlai, Roberto Ruspanti, Federigo Argentieri

Accademia d’Ungheria in Roma (via Giulia, 1)
venerdì 28 ottobre 2016 ore 20,30

in collaborazione con il CISUECO
Serata musicale- letteraria in occasione del 60° anniversario
della Rivoluzione ungherese del 1956
"Quel meraviglioso e terribile autunno del '56"

Università di Milano
Sala di Rappresentanza del Rettorato
18 novembre 2016 ore 10-12

Convegno internazionale
con il patrocinio del CISUECO
La diaspora ungherese nel II dopoguerra
fra storia, politica, letteratura e scienza

Scarica il comunicato dell’Università di Milano (file PDF)

Università di Milano (18/11-29/11)
Università di Bologna (1/12-15/12)
Mostra itinerante sui ponti di Budapest e sulla storia della città
PONTI, EPOCHE, BUDAPEST

Organizzazione patrocinata e coordinata dal CISUECO
in collaborazione con la Fondazione Európai Utas
*
Inaugurazione Università di Milano
Venerdì 18 novembre, ore 12.00
Porticato del Richini,
via Festa del Perdono, 7
*
Inaugurazione Università di Bologna
Dipartimento di Lingue, Letterature e Culture Moderne
Giovedì 1 dicembre, ore 15.30

Saluto del CISUECO al termine del mandato del Prof. Antal Molnár a Roma.

Luglio 2016
Addio a tre grandi letterati

Parma, Lions Club
Sabato 11 giugno 2016 ore 19

in collaborazione con il CISUECO
Serata musicale- letteraria
"Il cielo d'Italia si rispecchiò nelle acque del Danubio"

Accademia d'Ungheria in Roma (via Giulia, 1)
Venerdì 20 maggio 2016 ore 20,30

in collaborazione con il CISUECO
Serata musicale- letteraria
"Il cielo d'Italia si rispecchiò nelle acque del Danubio"

Accademia d'Ungheria in Roma (via Giulia, 1)
Martedì 17 maggio 2016, ore 18.30

in collaborazione con il CISUECO
presentazione del libro di Francesco Guida L'altra metà dell'Europa (Dalla Grande guerra ai giorni nostri)
Intervengono:
Alberto BASCIANI (Università degli Studi Roma Tre)
Francesco CACCAMO (Università degli Studi G. D’Annunzio Chieti-Pescara)
Roberto RUSPANTI (Università degli Studi di Udine)

Università di Udine (13/04-3/05)
Università di Padova (4/05-19/05)
Università Roma TRE (23/05-3/06)

Mostra itinerante sui ponti di Budapest e sulla storia della città
PONTI, EPOCHE, BUDAPEST
organizzazione patrocinata e coordinata dal CISUECO
in collaborazione con la Fondazione Európai Utas
- Scarica il comunicato del CISUECO (file PDF) - Scarica il comunicato dell'Università di Udine (file PDF)

Università di Padova - primavera 2016
La Shoah e l’Europa Centro-Orientale

Oscar all'Ungheria

Accademia d’Ungheria in Roma (via Giulia, 1)
Venerdì 29 dicembre 2016, ore 20.30
In collaborazione con il CISUECO
Proiezione del film
L’OROLOGIO DI MONACO
con Giorgio Pressburger

Natale 2015-Capodanno 2016
Comunicato del Direttore
del CISUECO

Appello per la salvaguardia delle lingue e culture "minori"

Budapest 15 febbraio 2016
Palazzo Károlyi
Museo Letterario Petőfi
Károlyi utca 16.
Poesia e Musica magiara dedicata all'Italia(rècital-concerto)

Maggiori informazioni su www.pim.hu
Scarica il video (.avi - 1,8 gb)

Accademia d’Ungheria in Roma (via Giulia, 1)
Giovedì 12 novembre 2015, ore 18.30
Presentazione del libro di Andrea Zannini
"Storia minima d'Europa"

Università di Padova, 1 dicembre 2015, ore 17,00
Dipartimento di Studi Linguistici e letterari
"Speranza e mito. Imre Gyöngyössy"
(Proiezione del film e letture di testi)

Università di Roma TRE, 4 dicembre 2015, ore 11,00
Dipartimento di Lingue, letterature e culture straniere
"Speranza e mito. Imre Gyöngyössy"
(Proiezione del film e letture di testi)
Intervengono i due registi del film.

Università di Roma TRE, 10 dicembre 2015, ore 11,00
Dipartimento di Lingue, letterature e culture straniere
Proiezione del film "L'orologio di Monaco"
di Mauro Caputo, con Giorgio Pressburger

Perugia, 6 novembre 2015
Presentazione della biografia
su Imre Nagy

Università Roma TRE
6 novembre 2016
Parte il corso libero di lingua ungherese"

Napoli, 3 novembre 2015
Tavola rotonda
"Dietro le barriere. Uno sguardo sull'Europa dell'Est"
- Scarica il comunicato

Padova, 29-30 ottobre 2015
Convegno Internazionale
Letteratura ungherese, letterature ungheresi
- Scarica il programma (pdf)

Milano, 29 ottobre 2015
Conferenza
Nazionalismo e transnazionalismo nell'Ungheria post-bellica

Roma, 8 ottobre 2015
CISUECO-Accademia d’Ungheria
L’amiral Horthy

Roma TRE
Via Ostiense, 234 – Aula 18
19.10.2015, ore 17,00

Film: Imre Nagy,
l’uomo di Budapest

Università Roma TRE – Dipartimento di Lingue, autunno 2015
Sala Ignazio Ambrogio (Via del Valco di San Paolo, 19)
CORSO LIBERO DI LINGUA E CULTURA UNGHERESE
CALENDARIO DELLE ATTIVITÀ AUTUNNALI 2015
con il patrocinio di CISUECO e ACCADEMIA D’UNGHERIA

Milano, 14 ottobre 2015, Italia e Stati post-asburgici

Milano, 22 ottobre 2015, Il ’56 ungherese. Momenti e figure

SEDI CISUECO
anno accademico 2015/16

Proiezioni del film L’OROLOGIO DI MONACO
col patrocinio del CISUECO
- Scarica la lettera (docx)

Università Roma TRE, primavera 2015: Mercoledì 13, 20 e 27 maggio 2015, ore 11:00-13,30
Università Roma TRE – Dipartimento di Lingue
Sala Ignazio Ambrogio (Via del Valco di San Paolo, 19)
Incontri con la cultura ungherese
(Conferenze e film)

Budapest 11-12 giugno 2015: Convegno italo-ungherese CISUECO-ACCADEMIA UNGHERESE DELLE SCIENZE - Elenco partecipanti (pdf)

Budapest 9 giugno 2015: Serata letteraria Il cielo d'Italia si rispecchiò nelle acque del Danubio

Venezia 22 maggio 2015: Rècital letterario-musicale I POETI UNGHERESI E L'ITALIA

Spoleto 21-22 maggio 2015: Convegno storico-economico

Padova-Venezia 5 maggio 2015: L'arancia ungherese: presentazione libro

Udine, febbraio-maggio 2015: L'UNGHERIA È VICINA - PROSPETTI SULL'UNGHERIA

Padova 2015: Conferenze di primavera

Udine 25 febbraio 2015: Imre Nagy, un ungherese comunista

Padova 15 gennaio 2015: Presentazione del volume di ROMANO PIETROSANTI "IMRE NAGY, UN UNGHERESE COMUNISTA"

Milano 27 novembre 2014 - 10 gennaio 2015: MOSTRA "I FOTOGRAFI DELLA GRANDE GUERRA" PRESSO LA GALLERIA DEL CENTRO CECO A MILANO (file doc)

Padova 16-17 gennaio 2014: Editoria e traduzione: focus sulle lingue di "minore diffusione" (file pdf)

Roma 6 dicembre 2013: Il Friuli incontra l'Ungheria (file pdf)

Bologna 9 dicembre 2013: Sándor Márai a Napoli – Il sapore amaro della libertà (file pdf)

Milano 18 novembre 2013: Nel segno del tricolore, italiani e ungheresi nel Risorgimento (link esterno)

Castelnuovo Berardenga (Siena) 23 novembre 2013: Fèlsina e l'Ungheria per Castelnuovo Berardenga - Programma (file pdf)

Udine 8 maggio 2013: L'Uáli di Diu di Miklós Hubay - Locandina (file pdf)

Bologna 9 maggio 2013: Nel segno del tricolore - Invito (file pdf)

Roma 30, 31 gennaio, 1 febbraio 2013: Storia, letteratura, cultura dei popoli del Regno d'Ungheria all'epoca della monarchia Austro-Ungarica (1867-1918) - Programma (file pdf)

Roma 7 dicembre 2012: Il cielo d'Italia di rispecchiò nelle acque del Danubio. Locandina (file pdf)

Milano 7-8 novembre 2012: I rapporti tra Italia e Ungheria dal Medioevo a oggi. Locandina (file pdf) - Programma (file pdf)

Padova 25-26 ottobre 2012: Giorgio Perlasca e Raoul Wallenberg: ricordando (programma, file pdf)

Venezia 23 ottobre 2012: La fine della Grande Ungheria. Fra rivoluzione e reazione (1918-1920) (file pdf)

Venezia 15 marzo 2012: Nel segno del Tricolore. Italiani e Ungheresi nel Risorgimento (file pdf)

Venezia: L'Alto Adriatico area ponte tra Venezia e l'Europa centro-orientale (file pdf)

Roma: Letterature del Danubio, Secondo incontro. (file pdf)

Budapest: mostra dedicata alla memoria di Oszkár Charmant von Donaufeld (file pdf)

Pubblicazioni

Giorgio Perlasca e Raoul Wallenberg: ricordando

Editoria e traduzione: focus sulle lingue di 'minore diffusione'

Storia, letteratura, cultura dei popoli del Regno d'Ungheria all'epoca della Monarchia austro-ungarica (1867-1918)

La fine della Grande Ungheria Fra rivoluzione e reazione

L'ùali di Diu, un percorso teatrale in Friuli



STATUTO DEL CENTRO INTERUNIVERSITARIO DI STUDI UNGHERESI E SULL'EUROPA CENTRO-ORIENTALE (CISUECO)

PREMESSA

        In data 10 agosto 1989 veniva istituito il Centro Interuniversitario per gli Studi Ungheresi in Italia (in sigla: CISUI) tramite una Convenzione Interuniversitaria stipulata tra le seguenti Università: Università degli Studi di Bologna; Università degli Studi di Firenze; Istituto Universitario Orientale di Napoli; Università degli Studi di Padova; Università degli Studi di Pavia; Università degli Studi di Roma La Sapienza; Università degli Studi di Torino; Università degli Studi di Udine; Università degli Studi di Venezia.

La suddetta Convenzione Interuniversitaria del 1989 stabiliva quanto segue:

Ai sensi ed agli effetti dell'art. 91 del D.P.R. n. 382 dell'11-7-1980 e dei riferimenti in esso contenuti, si stipula e si conviene quanto segue:
    a) tra le Università sopra indicate rappresentate dai Rettori che sottoscrivono la presente è costituito il Centro Universitario per gli Studi Ungheresi (CISUI) al fine di gestire iniziative comuni riguardanti ricerche nel campo degli studi di lingua, letteratura e civiltà ungheresi, nonché di ricerche storico-economiche promosse in prima istanza dalle Cattedre di Lingua e Letteratura Ungherese delle su menzionate Università italiane. Il CISUI anno per anno promuoverà iniziative culturali e scientifiche, organizzerà incontri dei docenti, individuerà gli eventuali coordinamenti delle ricerche scientifiche nel campo degli studi ungheresi in Italia. Il CISUI si propone di mantenere contatti permanenti con l'Accademia Ungherese delle Scienze, con l'Università degli Studi "Eötvös Loránd" di Budapest e con l'Accademia d'Ungheria in Roma. Il CISUI vuole essere un polo di attrazione anche per tutte le altre sedi universitarie non direttamente coinvolte, ai fini statutari, nel coordinamento e nel potenziamento delle attività previste.

        In data 12 dicembre 2000 il Consiglio Scientifico del Centro Interuniversitario per gli Studi Ungheresi in Italia (CISUI) approvava all'unanimità l'Atto Aggiuntivo alla citata Convenzione Interuniversitaria. Tale Atto Aggiuntivo prevedeva quanto segue:

Il testo della Convenzione per l'istituzione del Centro Interuniversitario per gli Studi Ungheresi in Italia (CISUI) sottoscritta tra le Università di Bologna, Firenze, Istituto Universitario di Napoli, Padova, Pavia, Roma La Sapienza, Torino, Udine, Venezia, approvata in data 10 agosto 1989 alla quale hanno aderito le Università dell'Aquila, di Lecce, l'Università della Tuscia di Viterbo e l'Università Roma Tre, ai sensi delle decisioni del Consiglio Scientifico del 12 dicembre 2000 approvate all'unanimità, viene modificato come segue:

        1.: Denominazione del Centro: Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale (in sigla: CISUECO).

        2.: Articolo 9: Durata della Convenzione: "La presente convenzione entra in vigore dalla data di stipulazione ed ha validità di cinque anni, rinnovabile di cinque anni in cinque anni con la dichiarazione specifica di tutte le Università convenzionate, ove non intervenga disdetta da almeno due terzi delle Università contraenti sei mesi prima della scadenza con lettera raccomandata di ricevuta di ritorno, indirizzata al Direttore del Centro".

        Dal 2008 la sede amministrativa e legale del CISUECO è stata trasferita presso l'Università Roma Tre, dopo il recesso dell'Università Roma La Sapienza. Negli anni successivi le Università di Pavia, Tuscia di Viterbo e de L'Aquila con lettere di recesso uscivano a loro volta dal CISUECO, mentre ne entravano a far parte le Università di Milano e di Perugia.

***

        Ciò premesso, si elencano di seguito gli articoli in cui è suddiviso il presente STATUTO che regola il programma di ricerca e le attività del Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale (CISUECO).


ART. 1 - SCOPO DEL CENTRO

Il Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale (CISUECO) si propone di:
    a) promuovere, sostenere e coordinare ricerche nel campo degli studi di lingua, letteratura, storia e, più in generale, sulla civiltà ungherese, e degli studi sull'Europa centro-orientale ad essa collegati, nonché sollecitare e favorire i contributi scientifici e le iniziative culturali che prevedano anche lo studio di aspetti particolari storico-culturali, geo-politici e giuridico-economici delle relazioni stabilitesi nel corso dei secoli tra l'Italia, da un lato, e l'Ungheria nonché l'area dell'Europa centro-orientale ad essa collegata, dall'altro lato;
    b) favorire lo scambio di informazioni e di materiali fra le Unità di Ricerca afferenti al Centro, altri Dipartimenti Universitari, Enti e Fondazioni pubblici e privati che si occupano di studi ungheresi e sull'Europa centro-orientale;
    c) stimolare le iniziative di divulgazione scientifica e di collaborazione interdisciplinare sia a livello nazionale che internazionale. Il Centro promuove iniziative culturali e scientifiche, organizza gli incontri dei docenti di lingua e letteratura ungherese delle università italiane, individua gli eventuali coordinamenti delle ricerche scientifiche nel campo degli studi ungheresi in Italia. Il Centro propone di mantenere contatti permanenti con l'Accademia Ungherese delle Scienze (MTA), con l'Accademia d'Ungheria in Roma e con le Università ungheresi e di altri Paesi dell'Europa centro-orientale. Esso auspica una piena collaborazione con il Ministero degli Affari Esteri Italiano, con i rappresentanti culturali e diplomatici ungheresi in Italia, con l'Istituto Balassi (Balassi Intézet) di Budapest e con l'Associazione Internazionale di Studi Ungheresi (Nemzetközi Magyarságtudományi Társaság) con sede a Budapest.

ART. 2 - SEDE DEL CENTRO

Il Centro ha sede, ai soli fini organizzativi e amministrativi, presso una delle università consorziate. Le sue attività saranno svolte dalle Unità di Ricerca operanti presso i Dipartimenti con interessi scientifici riguardanti la civiltà ungherese e dell'Europa centro-orientale, nei suoi più vari aspetti come indicato nell'articolo 1. Possono fare parte delle Unità di Ricerca i docenti (professori ordinari e associati), i ricercatori a tempo indeterminato e determinato (siano o meno confermati o abilitati come associato), i docenti a contratto, i lettori/CEL, gli assegnisti e i dottorandi "strutturati". Il coordinamento e la rappresentanza ordinaria delle Unità di ricerca è limitata al solo personale universitario in organico. Sarà cura di ogni singolo ateneo di comunicare al CISUECO la costituzione o la soppressione di una Unità di ricerca.

ART. 3 - ORGANI DEL CENTRO

Organi del Centro sono:
a)    il Consiglio Scientifico;
b)    il Consiglio Direttivo;
c)    il Direttore del Centro.

ART.4 - IL CONSIGLIO SCIENTIFICO

Il Consiglio Scientifico è composto dai rappresentanti delle Unità di Ricerca del Centro, operanti presso i Dipartimenti interessati, per un numero massimo di 3 (tre) rappresentanti per ateneo. Tali rappresentanti sono designati dai Rettori delle Università convenzionate tra i docenti e i ricercatori della o delle Unità di Ricerca, su indicazione dei docenti e dei ricercatori afferenti alle Unità stesse.
Per la validità delle adunanze è necessaria la presenza di almeno la metà più uno dei suoi componenti, escludendo dal computo gli assenti giustificati.
Il Consiglio Scientifico fissa le linee generali delle attività del Centro, approva i bilanci preventivi e consuntivi, approva la relazione annuale del Direttore del Centro, delibera su ogni altro argomento sottoposto al suo esame dal Direttore.
Il Consiglio Scientifico è convocato per l'approvazione del bilancio preventivo e consuntivo, nonché ogni volta che il Direttore lo reputi necessario o che sia richiesto da un terzo dei suoi componenti. I docenti a contratto, i lettori/CEL, gli assegnisti e i dottorandi "strutturati" possono partecipare al Consiglio Scientifico del Centro solamente su delega dei docenti e dei ricercatori afferenti alle Unità di Ricerca.
Per lo svolgimento dei lavori delle assemblee il Direttore nomina un segretario fra i componenti del Consiglio Scientifico.

ART. 5 - IL CONSIGLIO DIRETTIVO

Il Consiglio Direttivo è composto da 5 membri eletti tra i docenti (professori ordinari e professori associati) e i ricercatori confermati o abilitati come associati facenti parte del Consiglio Scientifico. Il Consiglio Direttivo dura in carica tre anni e comunque dovrà essere rinnovato con la fine del mandato del Direttore. Se uno dei suoi membri dovesse decadere per qualsiasi motivazione, dovrà essere eletto un nuovo componente in carica fino al termine del mandato del Direttore.
Il Consiglio Direttivo cura l'attuazione delle linee generali dell'attività del Centro, proponendo al Consiglio Scientifico le opportune deliberazioni e curando poi l'esecuzione di quelle approvate.
Il Consiglio Direttivo è convocato dal Direttore almeno una volta l'anno e comunque ogni volta che il Direttore lo ritenga necessario o qualora la convocazione venga richiesta da almeno tre membri. La convocazione deve essere inviata per posta elettronica o in altra modalità con un anticipo di sette giorni. Le adunanze, tenute anche in forma telematica, sono valide se partecipano almeno quattro membri. Per lo svolgimento dei lavori delle assemblee il Direttore nomina un segretario fra i componenti del Consiglio Direttivo o, in caso di necessità, un docente o un ricercatore afferente ad una Unità di Ricerca.

ART. 6 - IL DIRETTORE DEL CENTRO

Il Direttore è eletto dal Consiglio Scientifico tra i professori universitari (ordinari e associati) del Consiglio stesso e svolge le seguenti funzioni:
    a)    rappresenta con mandato il Centro;
    b)    convoca e presiede il Consiglio Direttivo ed il Consiglio Scientifico;
    c)    sottopone al Consiglio Scientifico per l'esame e l'approvazione il bilancio preventivo ed il rendiconto consuntivo e le eventuali proposte di delibera avanzate dal Consiglio Direttivo;
    d)    presenta al Consiglio Scientifico una relazione annuale sull'attività del Centro;
    e)    sovraintende al funzionamento generale del Centro ed esercita tutte le attribuzioni che comunque interessano il Centro. Il Direttore dura in carica tre anni, e può essere rieletto consecutivamente una sola volta.
Il Direttore, una volta eletto, può chiedere che la rappresentanza nel Consiglio Scientifico dell'Unità di Ricerca dell'Università da cui egli proviene, venga affidata ad altra persona indicata secondo le norme dell'art. 6 per i componenti del Consiglio Scientifico.
In caso di impedimento o di assenza del Direttore le sue funzioni sono temporaneamente esercitate dal Vice Direttore che è nominato dal Direttore tra i membri del Consiglio Direttivo.

ART.7 - FINANZIAMENTI E GESTIONE AMMINISTRATIVA

A.    Finanziamenti
    Il Centro e le sue Unità di Ricerca operano mediante finanziamenti provenienti:
    a)  dal Ministero dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca sulla quota del bilancio per la ricerca universitaria;
    b)  dal Consiglio Nazionale delle Ricerche;
    c)  dall'Unione Europea;
    d)  da convenzioni con Enti di ricerca nazionali e internazionali;
    e)  da altri Enti pubblici o privati o Fondazioni che operano in settori di interesse del Centro;
    f)  dalle Università afferenti.

B.    Gestione amministrativa
1.    Il Centro rappresenta un'autonoma articolazione scientifica rispetto ai Dipartimenti proponenti, in particolare in merito all'acquisizione e gestione di fondi per progetti di ricerca.
2.    Il suo funzionamento è assicurato dalle strutture del Dipartimento sede del Centro e dalle risorse indicate nel punto A.
3.    Al Dipartimento sede del Centro compete il controllo di legittimità giuridico-formale e amministrativo-contabile delle attività del Centro, garantendo il rispetto delle norme e del regolamento per l'amministrazione e la contabilità degli atenei convenzionati.
4.    Il Dipartimento sede del Centro e il Centro stipulano un apposito protocollo volto a dettagliare le forme di autonomia del Centro.
5.    Il Dipartimento di afferenza inserisce nel proprio documento programmatico di spesa annuale e triennale e nel report analitico di fine esercizio la documentazione relativa trasmessa dal Direttore del Centro in un'apposita sotto-sezione identificabile dall'acronimo del Centro, che viene sottoposto all'approvazione del Consiglio di Dipartimento.

ART.8 - AMMISSIONE DI ALTRE UNIVERSITA'

Il Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale vuole essere un polo anche per tutte le altre sedi universitarie non direttamente coinvolte, ai fini statutari, nel coordinamento e nel potenziamento delle attività previste.
Possono entrare a far parte del Centro altre Università dietro formale richiesta da inoltrare al Direttore del Centro stesso. Tali nuove ammissioni saranno sottoposte all'approvazione del Consiglio Scientifico e formalizzate mediante appositi atti aggiuntivi alla presente convenzione.
Il Direttore ed il Vice Direttore possono su loro richiesta essere assegnati presso il Centro, ma solo con il consenso degli organi di governo dell'ateneo di appartenenza.

ART.9 - DURATA DELLA CONVENZIONE

La presente convenzione entra in vigore dalla data di stipulazione ed ha validità di cinque anni, rinnovabile di cinque anni in cinque anni con la dichiarazione specifica di tutte le Università convenzionate, ove non intervenga disdetta da almeno due terzi delle Università contraenti sei mesi prima della scadenza con lettera raccomandata di ricevuta di ritorno, indirizzata al Direttore del Centro.
In caso di cessazione del Centro, il suo patrimonio verrà devoluto all'Università presso la quale il Centro ha la sua sede, salvo quanto sia stato acquisito dalle singole Unità di Ricerca locale, che sarà invece devoluto all'Istituto o Dipartimento presso cui esse operavano.

ART.10 - VALUTAZIONE DEL CENTRO ED EVENTUALE DISATTIVAZIONE

La Convenzione del Centro si ritiene rinnovabile previa valutazione, da parte delle Università aderenti, delle attività da esso svolte.
Il Centro è sciolto su proposta del Consiglio Scientifico previa delibera degli organi centrali di governo degli Atenei convenzionati, nei seguenti casi:
– mancanza di risorse finanziarie;
– perdita di interesse per le attività di ricerca, oggetto del Centro.
Il Centro richiede, quale requisito minimo per non essere disattivato, la partecipazione di almeno due Atenei.
Entro sei mesi dallo scioglimento anticipato del Centro, dovranno essere completate le operazioni di liquidazione della gestione amministrativo-contabile da parte del Consiglio Direttivo.

Alla data del 28/05/2015 risultano afferenti al
Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale
le sotto indicate Università e relative "Unità di Ricerca" (con i loro rappresentanti pro tempore):

Alma Mater Studiorum - Università di BOLOGNA
        1 unità: Studi ungheresi ed ugro-finnici.
Università di FIRENZE.
        1 unità: Studi interculturali e interdisciplinari italo-ungheresi e danubiani.
Università di NAPOLI "L'Orientale".
        1 unità: Studi letterari e linguistici ungheresi.
Università di MILANO.
        2 unità: a) Studi storici; b) Studi letterari.
Università di PADOVA.
        2 unità: a) Studi letterari e linguistici ungheresi; b) Studi storici.
Università di PERUGIA.
        1 unità: Studi storici.
Università ROMA TRE.
        2 unità: a) Studi storici, politici e culturali; b) Studi letterari.
Università di TORINO.
        1 unità: Studi storici.
Università di UDINE.
        2 unità: a) Studi ungheresi ed ugro-finnici; b) Studi storici.
Università "Ca' Foscari" VENEZIA.
        2 unità: a) Studi geo-economici; b) Studi letterari.

Il numero e la denominazione delle Unità di Ricerca possono essere modificati su segnalazione dei singoli atenei senza apportare alcuna variazione allo Statuto.

Letto, approvato e sottoscritto

Roma, li 28 maggio 2015

Organigramma

CISUECO
(Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale)


Direttore: Prof. Francesco Guida (francesco.guida@uniroma3.it)

Organi:

Consiglio Direttivo
I rappresentanti sono eletti fra i membri del Consiglio Scientifico. Attualmente il Consiglio Direttivo risulta così composto:

Consiglio Scientifico*
I rappresentanti sono designati dalle singole unità. Attualmente il Consiglio Scientifico risulta così composto:


*In caso di assenza del Rappresentante di una unità di ricerca parteciperà alle sedute del Consiglio Scientifico un suo delegato

Sedi universitarie afferenti al CISUECO:

  1. Università di Bologna
  2. Università Roma TRE
  3. Università di Udine
  4. Università di Napoli "L'Orientale"
  5. Università di Venezia "Ca' Foscari"
  6. Università di Firenze
  7. Università di Milano
  8. Università di Torino
  9. Università di Perugia
  10. Università di Padova


CISUECO
Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale

(Olaszországi Egyetemközi Hungarológia és Közép-Kelet-Európai Tanulmányok Kutatóközpont)

Direttore: Prof. Roberto Ruspanti (roberto.ruspanti@uniud.it)
Vice Direttore: Prof. Francesco Guida (francesco.guida@uniroma3.it)
Sede amministrativa: Dipartimento di Scienze Politiche, Università degli Studi di Roma TRE
Segreteria amministrativa: Dott. Luca Morgante (amm.scienzepolitiche@uniroma3.it)
Posta: via Gabriello Chiabrera, 199 - 00145 Roma
Indirizzo mail: cisueco1@gmail.com